Questo articolo è stato letto 0 volte

A Bolzano si recupera il volume edificabile esistente

a-bolzano-si-recupera-il-volume-edificabile-esistente.gif

“Per lo sviluppo futuro dei comuni altoatesini, dal punto di vista urbanistico, si cercherà di puntare sempre più sul recupero del volume esistente e non utilizzato nei centri urbani“.

Lo ha ribadito il presidente del Consiglio dei Comuni Arno Kompatscher, il quale ha aggiunto che “nei grandi centri, dove il prezzo degli immobili resta molto elevato, potremmo pensare di alzare la quota dei contributi per interventi di risanamento, mantenendo inalterata quella per l’acquisto”.

Sino ad ora, comunque, soprattutto in alcune zone della Provincia, il sistema introdotto lo scorso anno che prevede un contributo pari al 50% dei costi di costruzione per l’acquisto di volume edilizio già esistente, sta dando buoni risultati.

“Soprattutto in Val Venosta – ha spiegato Kompatscher – dove si registrano pochissimi interventi nel verde agricolo con la creazione di nuove zone residenziali e la conseguente modifica dei piani urbanistici.

Grazie ai contributi i Comuni preferiscono acquistare gli edifici esistenti e destinarli all’edilizia agevolata. Nei centri più grandi come Bolzano i prezzi sono troppo elevati per rendere possibili questo tipo di operazioni, ed è proprio per questo che puntiamo a intervenire con modifiche ad hoc della legge”. 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico