Questo articolo è stato letto 0 volte

Accordo su necessità di periodo transitorio per le NTC

accordo-su-necessit-di-periodo-transitorio-per-le-ntc.gif

Il 29 novembre scorso si è svolta la riunione tecnica della Conferenza Unificata dedicata all’esame del nuovo testo delle Norme Tecniche per le Costruzioni, approvato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici il 27 luglio scorso. Il Dipartimento della Protezione Civile ha consegnato un documento che propone alcune modifiche alle NTC: integrazioni relative a dati e prescrizioni tecniche, di correzioni di refusi e di precisazioni.

L’ANCI ha espresso sul nuovo testo un giudizio complessivamente positivo, anche in confronto al precedente testo (di cui al DM 14 settembre 2005). In particolare, rispetto al DM 14/09/2005, "è decisamente migliorata" la coerenza del nuovo testo con gli Eurocodici strutturali – riconosciuti, insieme alle Appendici nazionali, "sistematico supporto operativo" delle nuove NTC – anche se tali Eurocodici vengono richiesti in lingua italiana; sono stati attenuati, inoltre, alcuni potenziali conflitti con altre norme tecniche vigenti e migliorate le disposizioni sulle costruzioni esistenti. Occorre ora rendere disponibili le circolari applicative (istruzioni e/o linee guida).
Infine, i Comuni concordano con la necessità di prevedere un periodo transitorio in cui si applichi la normativa previgente e si svolga parallelamente una sperimentazione delle nuove NTC, i cui esiti dovranno essere resi disponibili agli enti e alle associazioni interessate.

Proprio pochi giorni fa il Ministero delle infrastrutture ha trasmesso alle Regioni le Appendici nazionali delle Norme Tecniche, cui si è accennato sopra, il documento tecnico relativo ai parametri nazionali previsti dagli Eurocodici, congruenti con i livelli di sicurezza delle nuove NTC.

Con una nota del 3 dicembre scorso, la Regione Umbria, capofila in Conferenza Unificata per la materia, ha trasmesso una bozza di decreto di approvazione delle Norme Tecniche che disciplini il regime transitorio per l’operatività della revisione delle NTC. Come ricorda la nota, il recepimento della proposta di regime transitorio è condizione per l’intesa delle Regioni sul provvedimento.

Il 27 novembre il Tavolo tecnico interregionale ha analizzato le problematiche sulla proposta di NTC, sollevate da alcuni operatori del settore delle costruzioni. Tali istanze sono state acquisite dalle Regioni e verranno sottoposte a chi si occuperà del monitoraggio e della sperimentazione successiva all’entrata in vigore nelle nuove norme tecniche.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico