Questo articolo è stato letto 0 volte

Acquisto prima casa: 85,5 milioni in Friuli

acquisto-prima-casa-855-milioni-in-friuli.gif

Contributi a sostegno dell’acquisto della prima casa per oltre 85 milioni di euro nell’arco di 10 anni sono stati assegnati a Mediocredito dalla Regione su proposta dell’assessore all’edilizia Elio De Anna.

A questi si aggiungono altri 24,5 milioni una tantum per il 2010 destinati alle categorie svantaggiate, quali ad esempio giovani coppie, anziani o portatori di handicap, ecc., che potranno così sommare al contributo annuale (del valore massimo di 1.780 euro) anche la parte straordinaria che può arrivare ad un massimo di 7.750 euro già nella prima rata.

Per quanto riguarda l’anno in corso, a bilancio figurano 8,5 milioni di euro. Una prima erogazione a favore dell’istituto di credito per un valore complessivo pari a 4,6 milioni di euro servirà sia per dare risposta a quanti si trovano in lista d’attesa per le domande di contributo presentate nel 2009 ma rimaste inevase per la carenza di fondi, sia per le nuove domande presentate nel primo trimestre del 2010.

Le risorse saranno messe a disposizione gradualmente a partire dalle domande più vecchie. Lo scorrimento iniziale interesserà le prime 750 domande di contributo in lista di attesa presentate negli ultimi mesi del 2009.

In questa occasione Mediocredito invierà ai titolari delle domande una lettera con la richiesta dei documenti per il pagamento del contributo.

Da quando sarà ricevuta questa comunicazione, i titolari avranno trenta giorni, in caso di intervento di acquisto, ovvero sessanta giorni, in caso di nuova costruzione o recupero, per presentare a Mediocredito la documentazione richiesta.

In base ai fondi messi a disposizione e tenendo conto del trend delle domande presentate annualmente alla Regione, le disponibilità di bilancio dovrebbero essere sufficienti per garantire le richieste presentate nell’arco dell’intero anno.

Sempre per il 2010, la Regione ha assegnato a Mediocredito anche la prima tranche dei fondi “una tantum” per 10,7 milioni di euro. Anche questa dovrebbe soddisfare quasi tutti i 350 nuclei familiari interessati dal provvedimento.

Con i fondi assegnati dalla Giunta sarà poi possibile sia finanziare ulteriori domande presentate nel 2010 (che si stima possano essere complessivamente circa 4 mila), che dare risposta alle richieste che perverranno a sostegno degli interessi di mora maturati e non pagati da luglio 2008 a giugno 2009 a fronte di mutui per la prima casa contratti da persone che si trovavano a dover fruire degli ammortizzatori sociali.

L’assessore De Anna infatti presenterà prossimamente alla Giunta regionale il regolamento attuativo di tale intervento di sostegno a chi si trova in pesanti difficoltà economiche a causa del contingente periodo di crisi.

“Questo stanziamento destinato all’edilizia agevolata – spiega l’assessore Elio De Anna – testimonia la volontà dell’amministrazione regionale di aiutare i cittadini nell’acquisto del bene casa, il quale porta con se i concetti di lavoro, risparmio e famiglia tipici di chi vive nel Nordest. La misura aiuta le giovani coppie, chi vive nel disagio sociale e i meno abbienti nel potersi permettere una dimora grazie ai due interventi che abbiamo messo in campo: il primo in conto capitale ed il secondo “una tantum” che in alcuni casi possono anche essere cumulabili.

Nonostante la crisi economica in atto, il trend delle domande presentate nei primi tre mesi del 2010 (1.204) è sostanzialmente in linea con quelle del primo trimestre del 2009.

Fonte: www.regione.fvg.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>