Questo articolo è stato letto 0 volte

Agevolazioni prima casa in Friuli

agevolazioni-prima-casa-in-friuli.gif

Riportiamo di seguito le novità introdotte dalla legge regionale 14 agosto 2008 n. 9 "Assestamento del bilancio 2008"

Spostamento della residenza
 Il termine entro il quale i beneficiari dei contributi devono trasferire la residenza negli alloggi oggetto dell’agevolazione è fissato ora in duecentosettanta giorni dalla comunicazione del provvedimento di liquidazione del contributo.

Figli nati dopo il rilascio della Certificazione ISEE
Le domande di contributo che indicano un nucleo familiare nel quale risultano uno o più figli nati dopo il rilascio della certificazione ISEE sono ammissibili a finanziamento purché venga comprovato con successiva attestazione che anche a seguito della nuova nascita sia rimasto invariato il valore ISE (indicatore della situazione economica del nucleo familiare) alla data della domanda.

Piena corrispondenza tra i soggetti richiedenti il contributo e i proprietari dell’immobile
Fermo restando che per poter ricevere il contributo di edilizia agevolata i soggetti beneficiari devono sempre essere gli unici e interi proprietari dell’immobile oggetto dell’agevolazione, vi è ora la possibilità di presentare dopo la domanda, ed entro la determinazione del contributo, apposita documentazione a regolarizzazione dell’estensione o della riduzione della titolarità della domanda (i requisiti soggettivi previsti dal regolamento saranno comunque verificati su tutti i componenti del nucleo familiare)

Contributo straordinario per domande archiviate o revocate
I soggetti che hanno presentato domanda di contributo di edilizia agevolata ai sensi delle leggi regionali 9/1999 e 6/2003 le cui domande sono state archiviate o i contributi revocati con motivazioni che rientrano esclusivamente nei tre casi sopra indicati possono richiedere un contributo straordinario a compenso della perdita dell’agevolazione.

Per poter accedere a tale contributo straordinario deve essere presentata al Mediocredito del Friuli Venezia Giulia S.p.A. apposita domanda entro il termine perentorio del 15 settembre 2008, allegando la documentazione attestante il possesso delle condizioni indicate nei punti precedenti per l’accesso al contributo. L’entità di tale contributo straordinario sarà pari all’importo richiesto in domanda oppure pari all’importo concesso se minore, e comunque entro l’ammontare massimo di 12.000 euro.

Domanda contributo straordinario

Fonte: www.regione.fvg.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico