Questo articolo è stato letto 0 volte

Ambiente e territorio in Sardegna

ambiente-e-territorio-in-sardegna.gif

Aree Sic e Zps, 4 milioni di euro per i Piani di gestione dei Comuni
Per i Sic (Siti di interesse comunitario) e Zps (Zone di protezione speciali) arrivano i fondi Por che finanzieranno gli interventi previsti nei Piani di gestione dei Comuni.

In tutto più di 4 milioni di euro che andranno a coprire i costi delle opere realizzate dai Comuni all’interno delle prime 11 aree Sic e Zps della Sardegna.

Queste le principali opere che potranno usufruire dei finanziamenti:
– restauro fontanili;
– realizzazione di sentieri;
– realizzazione di recinzioni a protezione degli habitat a Quercus ilex;
– progettazione realizzazione di sentieri naturalistici;
– realizzazione o recupero di sentieri pedonali, ciclabili e passerelle;
– chiusura dei punti di penetrazione non controllata nell’area dei Sic;
– produzione pannellistica, cartellonistica e materiale informativo;
– sistemazione di strade interne ai Sic;
– predisposizione di percorsi subacquei;
– recupero di edifici al fine di utilizzo didattico;
– realizzazione di camminamenti in legno per l’accesso alle spiagge;
– realizzazione aree di sosta; interventi di ripristino della vegetazione dunale;
– rimozione strutturata degradata ed altri rifiuti; interventi di pulizia,
– rimozione rifiuti e bonifica delle discariche;
– eradicazione delle specie alloctone.

E’ il secondo Piano di gestione finanziato dalla misura Por 1.5 B che andrà a beneficio dei Comuni delle aree Sic e Zps.
Undici dunque le aree Sic e Zps finanziate, ognuna della quali comprende al suo interno diversi Comuni eccetto Pula.
*****

È calato il numero degli incendi in Sardegna
Il risultato è frutto certamente di un bioclima favorevole, ma anche e soprattutto al coordinamento delle attività antincendio di tutte le forze coinvolte in prima linea: sono 8.000, infatti, gli uomini che hanno operato nella Campagna antincendi per la stagione 2008.

Nell’illustrare i dati aggiornati al 7 ottobre, l’assessore Morittu ha spiegato che gli incendi sono stati complessivamente 2.170 mentre 6.413 sono gli ettari percorsi dalle fiamme: 1.764 ettari di bosco e 4.649 di macchia mediterranea. La media del periodo 2000-2007 parla di 2.662 incendi e 18.053 ettari andati in fumo.

Quest’anno sono state arrestate sette persone, di cui quattro sorprese in flagranza di reato, sono stati sequestrati 58 ordigni incendiari e comunicate alle Procure della Repubblica isolane 329 notizie di reato: 222 si riferiscono ad incendi dolosi e 62 a incendi colposi. L’ultimo arresto in ordine di tempo è stato effettuato l’8 ottobre ad Alà dei Sardi.

Il Corpo forestale ha impiegato 1.350 uomini. "Nel 2004 erano poco più di mille, e nel 2009 si aggiungeranno altri 150 agenti", ha sottolineato l’assessore Morittu. I Vigili del Fuoco hanno messo in campo 1.500 uomini (altri 110 prenderanno servizio lunedì prossimo con i corsi di formazione a Cagliari, Sassari e Nuoro). L’Ente Foreste, infine, hanno contribuito con 3.543 uomini, di cui 745 dislocati nei 252 punti di vedetta. Ad essi si aggiungono i circa duemila tra volontari della Protezione Civile e barracelli.

Ingenti anche i mezzi schierati: 390 autobotti dell’Ente Foreste (15 delle quali dotate di Gps), 11 elicotteri (il noleggio è costato alle casse regionali 5,2 milioni di euro), un elitanker e tre Canadair della Protezione Civile nazionale.

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico