Questo articolo è stato letto 0 volte

Ambiente e tutela del territorio in Piemonte

ambiente-e-tutela-del-territorio-in-piemonte.gif

Diecimila tetti fotovoltaici in Piemonte
Scadono il prossimo 27 gennaio i termini per partecipare al progetto “10.000 tetti fotovoltaici”, che promuove la produzione di energia elettrica grazie alla tecnologia solare e mette a disposizione 25 milioni di euro per il finanziamento degli impianti fino al 100%.
 
Al progetto, coordinato dall’Agenzia Energia e Ambiente di Torino, possono prendere parte i cittadini del capoluogo e della provincia, privati proprietari o locatari di alloggi residenziali con una buona esposizione solare e una superficie adeguata.
 
Possono inoltre fare richiesta, attraverso il proprio amministratore di condominio, i condomini interessati all’abbattimento dei costi energetici elettrici delle parti comuni o i proprietari di unità immobiliari aventi diritto e autorizzazione all’installazione fotovoltaica sulla copertura o le facciate degli edifici e dei balconi, ma anche su frangisole di finestre esterne.
 
Lo stesso vale per imprese ed esercenti di pubblici servizi che intendono svincolarsi dai costi elettrici dell’energia, beneficiando della possibilità di abbattere l’imponibile fiscale Ires nei 10 anni successivi all’installazione, e per enti e soggetti pubblici che intendano coprire una percentuale dei propri consumi con energia rinnovabile.
 
Il richiedente deve compilare un modulo di pre-adesione, a cui deve seguire una documentazione, da fornire all’Agenzia, con planimetrie, fotografie panoramiche e bollette dell’ultimo anno, accompagnate dal versamento di una quota di adesione virtuale.
 
Entro 30 giorni dalla ricezione del materiale l’Agenzia fornisce ai richiedenti l’analisi di fattibilità dell’impianto, i moduli per le richieste delle autorizzazioni necessarie, i prospetti informativi delle banche aderenti al progetto e i nominativi delle società installatrici candidate all’impianto.

Serviranno poi 20 giorni per la scelta delle offerte proposte da almeno tre imprese installatrici e 15 giorni per le pratiche di finanziamento dell’istituto bancario prescelto.
 
L’Agenzia Energia e Ambiente controllerà che i progetti degli impianti fotovoltaici rispettino gli standard europei e che siano offerte garanzie tecniche minime. Inoltre verificher la regolarità nell’esecuzione dei lavori e la garanzia di risultato solare introdotta per la prima volta a verifica dei flussi finanziari degli impianti per la garanzia degli investimenti.

Bando Piemonte fotovoltaico
*****

Bacino artificiale di Viù
L’accordo di programma per la realizzazione delle opere compensative nei Comuni interessati dalla realizzazione del bacino artificiale in località Combanera di Viù – per un totale di 5.290.000 euro, di cui 3,8 di finanziamenti regionali – è stato firmato il 9 gennaio scorso a Torino dalla presidente della Regione, Mercedes Bresso, e dai sindaci di Lemie, Giuseppe Davy, Usseglio, Domenico Perino Bert, e Viù, Carlo Gabriele.

Il piano degli interventi prevede:
– a Viù la ristrutturazione di un edificio per le attività di Protezione civile (790.000 euro, di cui 780.000 dalla Regione), il recupero ambientale del vallone di Lunella (420.00 euro, tutti dalla Regione), una piscina ad uso turistico riscaldata con fonti energetiche rinnovabili (2.750.000 euro, di cui 2 dalla Regione); a Lemie un centro polivalente ad uso turistico-culturale (660.000 euro, 300.000 dalla Regione);

– ad Usseglio un area camper (150.000 euro, 130.000 dalla Regione) ed un centro polivalente ad uso turistico-culturale (520.000 euro, 280.000 euro dalla Regione).

Fonte: www.regione.piemonte.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico