Questo articolo è stato letto 0 volte

Ambiente ed energia in Sicilia

ambiente-ed-energia-in-sicilia.gif

Firmato accordo sull’iniziativa “1000 tetti fotovoltaici” 
Novemila impianti fotovoltaici verranno realizzati nelle nove province siciliane grazie all’accordo di collaborazione sottoscritto fra l’assessorato all’Industria della Regione Siciliana, il Gruppo Beghelli e la fondazione onlus Horcynus Orca.

L’obiettivo è di realizzare 9.000 sistemi fotovoltaici, di potenza pari a 3 Kw destinati alle famiglie siciliane, favorendo il reinserimento sociale e lavorativo di persone a rischio di emarginazione.

Oltre alla famiglie, possono aderire all’iniziativa, stipulando appositi accordi, i Comuni e gli enti provinciali per l’installazione dei tetti fotovoltaici su edifici pubblici di propria competenza, come scuole e uffici, le aziende sanitarie locali, le Curie Vescovili, le parrocchie, le carceri delle nove province e le piccole imprese agricole ed artigianali.

L’iniziativa sarà attuata attraverso la pubblicazione di un bando finalizzato all’erogazione di un contributo in conto capitale a favore di tutti gli utenti beneficiari del progetto, che potranno godere di energia elettrica per 20 anni a costo zero.
Il costo complessivo dell’installazione prevede infatti l’investimento da parte degli utenti di soli 450 euro circa, in parte finanziati dalla Regione.

L’accordo prevede che lo svolgimento dell’attività di progettazione, realizzazione degli impianti e manutenzione, in modo da assicurare il funzionamento degli impianti per tutta la durata prevista (20 anni), verranno assicurate dalla Beghelli in collaborazione con l’associazione onlus Horcinus Orca.

La novità dell’iniziativa consiste nell’accordo fra un soggetto industriale come il Gruppo Beghelli, che fornirà i materiali e il supporto necessario al montaggio e all’assistenza tecnica attraverso installatori locali qualificati, e l’associazione onlus, che, attraverso la sua rete di piccole cooperative sociali curerà la parte progettuale, occupandosi inoltre della stesura di progetti finalizzati a favorire l’inserimento sociale e lavorativo di 135 persone in condizione di esclusione sociale. Priorità sarà data alle persone internate nell’Opg di Barcellona Pozzo di Gotto o a grave rischio di internamento dai carceri e  dai territori siciliani.

 “[…] Oltre agli impianti industriali – aggiunge – , siamo interessati anche ai progetti di diffusione dei piccoli impianti, presso tutte le famiglie e presso gli enti locali, in maniera da diffondere capillarmente sul territorio le fonti di energia pulita.

Con l’accordo odierno promuoveremo la diffusione del fotovoltaico presso le famiglie che godranno, con un costo ridottissimo, di energia gratis per 20 anni. Risultato non secondario sarà quello di mettere in moto un pezzo delle nostre piccole imprese che avranno il compito di realizzare gli impianti ed inoltre attraverso l’onlus, con il coinvolgimento del Ministero di Grazia e Giustizia, il reinserimento sociale e lavorativo di persone a rischio di emarginazione”.
*****

Due milioni di euro per il parco delle Madonie 
Con la firma della convenzione tra l’assessorato regionale Territorio e Ambiente, l’ente Parco delle Madonie e l’Azienda Foreste demaniali e il finanziamento delle somme occorrenti possono cominciare i lavori per la manutenzione e il ripristino delle rete sentieristica nei territori del Parco delle Madonie.

L’importo complessivo per la realizzazione dei lavori sarà di oltre 2 milioni 138 mila euro dei quali 1.704.307,77 euro è l’ammontare del contributo dell’assessorato regionale al territorio, con i quali verranno ripristinati e mantenuti 29 sentieri, per una estensione totale di 239 km.

Il Dipartimento Regionale Territorio e Ambiente, nella qualità di ente finanziatore dell’opera disporrà i necessari provvedimenti di finanziamento. L’ente Parco, nella qualità di beneficiario dell’opera, affiderà all’Azienda regionale Foreste demaniali l’esecuzione dei lavori previsti nel progetto esecutivo redatto dall’architetto Marcello Panzarella.

“E’ stato finalmente sbloccato – sottolinea l’assessore regionale Pippo Sorbello – il contributo di oltre un milione e settecentomila euro del Programma triennale di tutela ambientale e finanziato un progetto che permetterà di ripristinare la rete sentieristica che insiste nel Parco delle Madonie. La convenzione tra i tre soggetti – aggiunge Sorbello – è l’esempio pratico di una sinergia tra diverse amministrazioni con l’obiettivo unico di realizzare al meglio un’opera pubblica”.

Fonte: www.regione.sicilia.it

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>