Questo articolo è stato letto 0 volte

Beni culturali in Abruzzo: sottoscritta intesa per "la via dei vestini"

beni-culturali-in-abruzzo-sottoscritta-intesa-per-la-via-dei-vestini.gif

Un’area omogenea sotto il profilo archeologico, culturale e turistico, dove sono emersi straordinari complessi di beni storici e monumentali. Un itinerario che collega storicamente l’area della media e bassa valle dell’Aterno con la costa adriatica.
E’ questo il territorio interessato dal protocollo d’intesa interistituzionale per la realizzazione del progetto "la Via dei Vestini" che è stato siglato questa mattina a Roma presso il Ministero per i Beni e le Attività culturali.

Ad apporre la firma sul documento il Ministro per i Beni e le Attività culturali, il vice Presidente della Regione, i rappresentanti delle Province di Pescara e L’Aquila e dei ventisette Comuni delle due province.
Il vice Presidente della Regione e Assessore al Turismo, che ha guidato la folta delegazione abruzzese, ha parlato di "sfida affascinante" e di "occasione unificante, per un territorio dove sono state individuate importanti testimonianze storiche e monumentali. Saremo impegnati su tutti i fronti – ha proseguito il vice Presidente – con l’obiettivo finale di arrivare ad un prodotto turistico di straordinaria attrattività, rilanciando al tempo stesso, un’area che va considerata nel suo complesso per le enormi potenzialità storico-culturali ed ambientali".

Lo stesso vice Presidente ha poi annunciato, nel corso dell’incontro, che proprio questa mattina il Cipe ha dato l’ok all’inserimento del progetto "La via dei Vestini" nell’elenco ufficiale di quelli che saranno finanziati. Ad avere un ruolo chiave nello sviluppo dell’iniziativa sono la Direzione regionale del beni culturali per l’Abruzzo, l’associazione Civita e la società Ales, partecipata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali ed interamente posseduta dallo Stato. Intanto, il Ministero si impegna a porre in essere le attività necessarie a realizzare "La via dei Vestini", salvaguardandone la unitarietà nella fase di progettazione , di attuazione e di gestione.

La Regione, dal canto suo, si impegna ad inserire tale progetto nel quadro della programmazione regionale e ad assicurare ogni possibile intervento integrativo utile a favorire lo sviluppo socio-economico delle aree interne interessate. La delegazione nella mattinata era stata ricevuta dal Presidente del Senato.

Infine, riportiamo l’elenco dei Comuni coinvolti nel progetto insieme con la Regione e con le province dell’Aquila e di Pescara:

L’Aquila,
Pescara,
Acciano,
Fagnano Alto,
Fossa, Poggio Picenze,
Barisciano,
Prata D’Ansidonia,
S.Demetrio nè Vestini,
S.Pio delle Camere,
Sant’Eusanio Forconese,
Caporciano,
Castel del Monte,
Navelli,
Ocre,
Collepietro,
S.Benedetto in Perillis,
Capestrano,
Tione degli Abruzzi,
Villa Sant’Angelo,
Ofena, Pianella, Penne,
Loreto Aprutino,
Civitella Casanova,
Carpineto della Nora,
Civitaquana

fonte: www.regione.abruzzo.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico