Questo articolo è stato letto 0 volte

Bolzano, nuovo ddl sull’edilizia agevolata

bolzano-nuovo-ddl-sulledilizia-agevolata.gif

In occasione della seduta del 13 agosto scorso la Giunta provinciale ha approvato alcune delibere.

Tra queste anche il disegno di legge “Norme in materia di edilizia abitativa agevolata, assistenza e beneficenza, igiene, sanità e trasporti”.  Il punto principale riguarda l’edilizia abitativa e come sottolinea il vicepresidente della Giunta, Hans Berger, si propone di accelerare le procedure in materia di edilizia abitativa agevolata per mettere a disposizione del “ceto medio”.

A questo scopo la Giunta ha intenzione di realizzare entro breve 1000 alloggi , 700 dei quali in Comuni con più di 10.000 abitanti. In base alle nuove norme previste dal disegno di legge potranno essere destinatari di contributi provinciali non solamente l’IPES ed i Comuni interessati, ma anche società od enti costituiti con lo scopo di costruire senza finalità di lucro abitazioni popolari da assegnare in locazione, anche con patto di futura vendita.

In sostanza il disegno di legge delinea un rapporto di natura trilaterale tra l’IPES (o il Comune interessato dal programma di costruzione o quelle società od enti senza finalità di lucro che a tale scopo siano incaricati dalla Giunta provinciale) che indice e gestisce la gara e che acquista “chiavi in mano” il pacchetto “attuazione del programma di costruzione”; l’impresa di costruzione che si obbliga a consegnare le abitazioni “chiavi in mano” entro 24 mesi dall’aggiudicazione della gara; la Giunta che autorizza l’adozione di questa procedura accelerata. 

Il disegno di legge passerà ora all’esame del Consiglio provinciale e del Consorzio dei Comuni.

La Giunta ha preso inoltre in esame nuovamente la legge sugli appalti ed in particolare l’aspetto riguardante l’importo massimo oltre il quale indire gare d’appalto a livello europeo.

La tematica, ha sottolineato il vicepresidente Berger, deve essere attentamente valutata sotto il profilo giuridico anche per armonizzarla con le altre realtà regionali e tenendo conto delle indicazioni dell’Unione Europea. Il tema sarà al centro di una delle prossime sedute dell’Esecutivo.

Fonte: www.provincia.bz.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>