Questo articolo è stato letto 0 volte

Bolzano: territorio e viabilità

bolzano-territorio-e-viabilit.gif

Incendi boschivi: pronta la carta digitale delle infrastrutture
Bacino anticendio, riserva idrica, piazzola di atterraggio per elicottero: sono alcune delle infrastrutture di cui possono disporre le forze di intervento nei casi di un incendio boschivo. Per conoscere la loro esatta localizzazione, l’Ufficio provinciale Pianificazione forestale ha digitalizzato tutte le infrastrutture inserendole in una carta operativa.

L’Ufficio provinciale Pianificazione forestale ha trasmesso a tutti i corpi dei Vigili del fuoco volontari dell’Alto Adige, al corpo permanente dei Vigili del fuoco, agli Ispettorati forestali e alle stazioni forestali la versione aggiornata della carta operativa antincendio boschivo per il territorio di loro competenza.

La carta operativa antincendio boschivo è il risultato del rilevamento di tutte le infrastrutture attrezzate contro gli incendi boschivi. Il censimento digitale è stato condotto dalla Ripartizione provinciale Foreste, in collaborazione con i Vigili del fuoco volontari e il corpo permanente dei Vigili del fuoco.

Le infrastrutture sono archiviate sulla carta sia in in forma alfanumerica che grafica: la carta riporta 896 bacini antincendio (capacità in metri cubi, possibilità di accesso con elicottero), 8995 prese idrante, 2041 prese idriche potenziali per motopompa, 1016 piazzole di atterraggio per elicottero, 1153 riserva idrica interrata.

La carta digitale su CD è ben leggibile e segnala anche la superficie del bosco, la rete dei sentieri e tutti gli elementi che possono facilitare l’orientamento delle forze di intervento sul posto.
*****

Salorno: via libera al nuovo ponte sopra A22 e Adige
A Salorno i due attuali ponti sull’Autobrennero e sull’Adige verranno sostituiti da uno nuovo: il Comitato tecnico provinciale ha dato parere favorevole al progetto preliminare.

Il sovrappasso autostradale e il ponte sull’Adige a Salorno dovranno essere sostituiti, nelle intenzioni dell’Autobrennero, da un nuovo ponte, allo scopo di migliorare il collegamento del paese alla stazione ferroviaria sia per i veicoli che per pedoni e ciclisti. Inoltre gli attuali manufatti non sono più adeguati, sul piano tecnico e della statica, alle esigenze attuali.

L’Autobrennero Spa ha quindi presentato un progetto preliminare per il nuovo ponte sopra l’A22 e il fiume Adige, che il Comitato tecnico provinciale ha approvato nel corso della sua ultima seduta.

I costi sono stimati in circa 8,8 milioni € e saranno sostenuti dall’Autobrennero e in parte dalla Provincia di Bolzano. Sulla base del parere positivo del Comitato tecnico verrà ora predisposto il progetto esecutivo.

Fonte: www.provincia.bz.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico