Questo articolo è stato letto 1 volte

Calabria: database topografico di Vibo Valentia

calabria-database-topografico-di-vibo-valentia.gif

E’ stato firmato il contratto che avvia operativamente i lavori per la realizzazione del “Database topografico” e della “Carta fotogrammetrica numerica” alla scala 1:5.000 del lotto otto che copre l’intero territorio della provincia di Vibo Valentia.

Si conclude così il lungo lavoro, avviato dai tecnici regionali e dal team management, di infrastrutturazione dei dati geografici per l’intero territorio regionale, partito nel 2001 con l’effettuazione del cosiddetto “Volo Calabria” e proseguito, nel 2003, con l’indizione del primo lotto di restituzione cartografica e generazione del database per la provincia di Catanzaro.

“È con enorme soddisfazione – ha dichiarato l’assessore Michelangelo Tripodi – che confermo il raggiungimento di uno degli obiettivi che mi sono assunto all’indomani della mia nomina ad assessore. Partendo da zero, in cinque anni siamo riusciti a coprire un vastissimo territorio di circa un milione e mezzo di ettari, colmando un gap tecnologico e di conoscenza con le altre regioni italiane di almeno cinquant’anni. Per fine anno – secondo l’assessore – avremo coperto l’esigenza di conoscenza del territorio e di cartografia di base per l’intera Regione Calabria. Perciò, le istituzioni locali, i professionisti, i cittadini calabresi e non potranno godere di questo servizio e provvedere alla stesura degli strumenti urbanistici previsti dalla Legge Urbanistica regionale”.
La conclusione dell’iter amministrativo per l’ultimo lotto di cartografia è uno dei progetti messi in campo per il corrente anno, unitamente alla reingegnerizzazione dell’infrastruttura tecnologica del Centro Cartografico Regionale, all’impianto dei servizi previsti dal progetto nazionale “SigmaTer” in ambito catastale, a SIT tematici che offriranno supporto e tecnologia alle attività anche di altri dipartimenti regionali ed a servizi alle PAL inseriti nel progetto “PR5Sit”, in fase di realizzazione e nel progetto Cret@, del quale si attende l’approvazione del CNIPA.

Per l’assessore Tripodi “si apre così una nuova stagione della pianificazione territoriale e della gestione virtuosa del territorio, partendo da una moderna e completa base di conoscenza. Ed entro il 2008 pensiamo di poter dare alla comunità calabrese gli strumenti per una moderna pianificazione urbanistica, paesaggistica ed economica. Un altro aspetto che mi preme sottolineare – ha aggiunto Tripodi – è la forte capacità progettuale che il dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio ha dimostrato e la grande flessibilità e potenzialità che un’infrastruttura moderna e dinamica, quale quella dei dati geografici, può esprimere. Pertanto, nei prossimi giorni daremo corso all’avvio di una nuova gara per la realizzazione di cartografia alla scala 25.000 su tutto il territorio regionale e, soprattutto, all’aggiornamento delle informazioni geografiche contenute nel Database 1:5.000 e della relativa Carta tecnica numerica per le parti del territorio che hanno visto la luce partendo dal “Volo Calabria” del 2001. La provincia di Catanzaro, quella di Crotone, e il 50% di quelle di Cosenza e Reggio Calabria verranno riprodotte in una nuova versione con dati geotopografici aggiornati al 2008. Completata la copertura dell’intero territorio regionale, attraverso la realizzazione del lotto riguardante la provincia di Vibo, siamo pronti alla redazione della versione aggiornata al 2008 di tutta la cartografia regionale. Infatti le rimanenti parti del territorio regionale sopra non menzionate sono già in fase di realizzazione di primo impianto, partendo da nuovi voli in fase di completamento”.

Secondo l’assessore all’Urbanistica “il dato geografico è in continuo mutamento e una regione dinamica e moderna non può non conoscere i mutamenti che sul suo territorio si stanno determinando per l’azione della pianificazione e degli investimenti. E con questo nuovo investimento – ha detto infine Tripodi – avremo una conoscenza di tutto il territorio regionale al 2008 alla scala 1:5.000 all’avanguardia nel settore, rispetto a quanto si sta facendo in tutte le altre regioni italiane”.

Fonte: www.regione.calabria.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico