Questo articolo è stato letto 0 volte

Casa: in calo i prezzi nelle città

casa-in-calo-i-prezzi-nelle-citt.gif

Secondo l`indagine Tecnocasa sull`andamento del primo semestre 2008, presentata a Milano, i valori nelle grandi citta` sono scesi in media del 2,7%, mentre nei capoluoghi di provincia la scivolata e` del 2,3% per arrivare all`1,9% dei Comuni dell`hinterland delle grandi citta`.

Tutto sommato, Milano e Roma contengono le perdite, con un -2,2%, mentre Genova perde il 4,5% in soli sei mesi, Firenze il 3,3%, Bologna il 3 per cento.
Ma scendendo nel dettaglio dei quartieri le tinte si fanno piu` fosche. Per esempio, a Milano la zona Espinasse-Certosa accusa un inquietante -11% in sei mesi, seguita da Sarpi-Canonica con un -9%, dal -8% di Citta` studi e dal -7% dell`area della Stazione centrale.

 «Un elemento interessante emerso in questo semestre – spiega la responsabile dell`Ufficio studi di Tecnocasa Fabiana Megliola – e` stata l`importanza, sempre maggiore, del prezzo dell`immobile nella decisione di acquisto. La quasi totalita` dei nostri operatori ha evidenziato che il prezzo e` stato l`aspetto piu` valutato dai potenziali acquirenti».

Gli effetti di questo comportamento si vedono anche sugli sconti sempre piu` ampi sul prezzo iniziale richiesto dai venditori. Gli elementi dell`immobile maggiormente apprezzati sono la presenza del box o del posto auto, il posizionamento ai piani alti, la luminosita`, la razionale disposizione degli ambienti, la presenza di spazi esterni, la qualita` del contesto condominiale. Sempre piu` importante il riscaldamento autonomo.

L`analisi della disponibilita` di spesa nelle grandi citta`, effettuata da Tecnocasa, evidenzia a luglio una concentrazione delle richieste nella fascia di spesa superiore a 249mila euro, con una tendenza in aumento nel primo semestre dell`anno. Un elemento, questo, che va di pari passo con l`aumento delle dimensioni richieste, con un incremento di domanda sul fronte dei quadrilocali.

Il mercato dei mutui, sempre secondo l’indagine, registra un rallentamento delle erogazioni a causa dell`andamento del settore immobiliare e dei tassi di interesse. Nel primo trimestre 2008 il valore delle erogazioni e` stato di 14,18 miliardi (-0,18% sul corrispondente trimestre 2007). Nel primo trimestre 2008 crescono l`area insulare (+41%) e l`area nord occidentale (+0,1%).

Il mercato delle locazioni lancia qualche segnale di debolezza. Nel primo semestre del 2008 nelle grandi citta` i canoni di locazione sono diminuiti dello 0,8% per i bilocali e dell`1% per i trilocali. La conseguenza e` stata una stabilita` dei rendimenti immobiliari lordi al 3,8 per cento. 

Fonte: www.ance.it e Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico