Questo articolo è stato letto 0 volte

Casa: Regioni chiedono un flusso stabile di risorse

casa-regioni-chiedono-un-flusso-stabile-di-risorse.gif

Le Regioni "Chiedono al governo che in futuro ci sia un flusso di risorse stabile per riavviare le politiche abitative, l’edilizia residenziale pubblica e l’emergenza sfratti". Questa la posizione comune delle regioni, dopo il confronto svoltosi oggi in conferenza unificata sul fondo di 550 milioni di euro per l’emergenza abitativa.
Al termine del confronto la Conferenza Unificata ha comunque dato il via libera ai 550 milioni di euro per finanziare il programma straordinario per l’edilizia residenziale ma condizionato alla verifica dei progetti da parte del ministero delle Infrastrutture.

Lo ha spiegato il ministro per le Infrastrutture Antonio Di Pietro: ”Nel febbraio 2007 Governo e Parlamento si sono impegnati a rilanciare le politiche abitative con un tavolo apposito. Quell’accordo, per poter essere mantenuto, deve prevedere nel bilancio dello Stato interventi strutturali per nuove politiche abitative e i 550 milioni per l’edilizia residenziale di oggi, essendo una tantum, non possono essere sufficienti. Insomma, bisogna impostare un piano strutturale di finanziamento affinché, sulla falsariga degli ex fondi Gescal, si possa prevedere nel tempo un meccanismo di intervento per le politiche abitative pubbliche”.
L’Anci valuta positivamente le modifiche all’intesa sullo schema di decreto del Ministro delle Infrastrutture relativo al programma straordinario di edilizia residenziale pubblica, proposte oggi in Conferenza Unificata dallo stesso Ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro.
“Sono tutte proposte correttive che assicurano efficacia ed equità agli interventi”, dice il Responsabile alle politiche abitative dell’Associazione, Claudio Minelli, a margine della seduta. ”Se quindi la finalità delle precisazioni fatte oggi in Conferenza Unificata dal ministro Di Pietro erano quelle di garantire un serio intervento strutturale e di lungo respiro in tema di edilizia residenziale pubblica – conclude Minelli – la cosa non può che essere condivisa”.

Richiesta delle Regioni (fonte: varie agenzie)

fonte: http://www.regioni.it/

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico