Questo articolo è stato letto 0 volte

Catasto online con la Carta dei servizi a Bolzano

catasto-online-con-la-carta-dei-servizi-a-bolzano.gif

La novità è stata presentata dagli assessori Roberto Bizzo e Hans Berger, secondo i quali “questo servizio rappresenta un grande contributo alla riduzione della burocrazia”.

Oltre 42mila tessere già attivate, più di 21mila lettori distribuiti alle famiglie: la Tessera sanitaria-Carta provinciale dei servizi (TS-CPS), uno dei progetti considerati prioritari dalla Giunta provinciale, sta entrando in punta di piedi nella vita dei cittadini altoatesini affermandosi come un utile strumento per ridurre la burocrazia.

L’ultimo dei 24 servizi disponibili online è il catasto fabbricati.

“Da oggi – sottolinea l’assessore Hans Berger – tutti i cittadini in possesso di una Carta dei servizi attivata, del lettore e del codice PIN, possono richiedere gratuitamente la visura catastale degli immobili di proprietà direttamente e gratuitamente dal computer di casa, senza doversi recare presso gli uffici competenti: in questo modo si può risparmiare tempo e denaro”.

Sino ad oggi, le visure catastali potevano essere richieste al costo di 2 euro a carico del cittadino solamente presso gli uffici della Ripartizione libro fondiario e catasto, nei singoli comuni oppure su internet tramite il sistema OPENkat, che ha una media di 65mila accessi al mese. Con la Tessera sanitaria-Carta provinciale dei servizi, invece, le operazioni ora saranno gratuite e potranno essere eseguite comodamente dal proprio computer.

La banca dati del catasto fabbricati comprende 515mila proprietà di 264mila persone fisiche.

Il servizio è disponibile tramite l’Area riservata della Rete Civica (www.provincia.bz.it) e fornisce la visura degli immobili iscritti al catasto fabbricati in provincia di Bolzano.

“La Tessera Sanitaria-Carta Provinciale dei Servizi – sottolinea l’assessore Roberto Bizzo – rappresenta una chiave elettronica e digitale per entrare in contatto diretto con la pubblica amministrazione.

Il microchip contenuto nella carta consente di accedere in maniera sicura e protetta, e direttamente dal proprio computer, ad una serie di servizi pubblici, tra cui appunto il catasto, evitando code e inutili perdite di tempo”.

Sino ad oggi sono già stati 2800 gli altoatesini che hanno utilizzato la propria TS-CPS, con oltre 7mila accessi: in totale: il 16% delle richieste di borse di studio presentate in Provincia di Bolzano è stato effettuato online grazie alla Carta dei servizi.

A seguire, come livello di apprezzamento tra la cittadinanza, spiccano gli assegni familiari e la borsa lavoro.

Sulla home-page www.provincia.bz.it/cartaservizi, è inoltre a disposizione un questionario sulla TS-CPS, con domande rivolte ai visitatori allo scopo di migliorare ulteriormente il servizio e adeguarlo alle esigenze dei cittadini.

Per tutte le informazioni sulla Carta provinciale dei servizi è a disposizione il call center gratuito 800 816 836.

Fonte: Provincia di Bolzano

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>