Questo articolo è stato letto 0 volte

Certificazione energetica: accordo tra Trento e Bolzano

certificazione-energetica-accordo-tra-trento-e-bolzano.jpg

Le Province autonome di Trento e Bolzano hanno raggiunto un significativo accordo sui temi della certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici, grazie allo spirito di collaborazione e mutua reciprocità del gruppo di lavoro congiunto che ha operato in questi mesi per dare attuazione al Protocollo di intesa sottoscritto tra le due amministrazioni.

Secondo i termini dell’accordo, la Provincia autonoma di Bolzano metterà a disposizione la lunga esperienza in materia di qualità e certificazione energetica maturata con il sistema CasaClima mentre la Provincia autonoma di Trento farà partecipare CasaClima al proprio sistema di certificatori energetici e condividerà con  Bolzano l’esperienza maturata, in tema di sostenibilità a seguito della promozione del sistema di rating Leed.

A livello operativo, CasaClima procederà, secondo quanto previsto dal regolamento della Provincia autonoma di Trento, alla sua iscrizione all’organismo di abilitazione dei certificatori energetici trentini denominato Odatech, diventando così soggetto certificatore abilitato al rilascio sia della certificazione rispondente ai criteri e ai processi previsti dal modello CasaClima sia alle disposizioni vigenti in materia energetica in provincia di Trento. Il certificato avrà quindi al contempo validità e contenuto amministrativo nonché di qualità di processo.

La Provincia autonoma di Bolzano provvederà a fornire, nelle forme di pubblicità che riterrà opportune, informazioni riguardanti il modello di certificazione Leed agli utenti interni ed esterni all’Amministrazione.

Sarà inoltre avviata una prima sperimentazione in Provincia autonoma di Bolzano del sistema di certificazione di sostenibilità Leed su uno o più casi, anche al fine di poterne apprezzare costi e benefici. Il Distretto tecnologico trentino collaborerà con la fornitura di informazioni, pubblicazioni e studi internazionali e nazionali nonché con la presentazione di casi concreti, mentre GBC Italia potrà seguire la sperimentazione e, se richiesto, procedere alla certificazione dei casi di studio.

Le iniziative ed i passi operativi concordati tra le due Province consentiranno quindi di proseguire anche sul piano concreto lungo il percorso verso la costituzione di un metadistretto a livello regionale sui temi degli “edifici verdi“, confermando la volontà congiunta della due Province di porsi come area leader a livello europeo sul tema della sostenibilità in edilizia e delle energie rinnovabili.

Fonte: Regioni.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>