Questo articolo è stato letto 0 volte

Certificazione energetica per 657 edifici in Valle D’Aosta entro il 2012

certificazione-energetica-per-657-edifici-in-valle-daosta-entro-il-2012.jpg

Sono 657 gli edifici pubblici valdostani che riceveranno la certificazione energetica entro il 2012. Il risultato sarà raggiunto nell’ambito del progetto Reseau energie, sottoscritto nel marzo del 2010 con la convenzione tra Celva e Finaosta spa – COA energia.

La normativa prevede la certificazione di tutti gli immobili degli enti locali entro il 31 dicembre 2012.

Al progetto hanno aderito 73 degli 82 enti locali valdostani, che per la diagnosi energetica e la relativa certificazione hanno ottenuto complessivamente 1.207.564 euro, stanziati con delibere della Regione a seguito di due avvisi pubblici diffusi dall’assessorato alle Attività produttive nell’ambito del POR-FESR 2007/2013.

In particolare, nel 2011 a fronte di 215 edifici certificati, di 34 enti, la Regione ha deliberato finanziamenti per 379.798,48 euro mentre nell’anno in corso il numero di immobili è salito a 442, di 59 enti, che saranno certificati con 827.765,53 euro di fondi messi a disposizione con una delibera di Giunta.

“I risultati ottenuti dal progetto sono il risultato della grande sinergia tra COA energia , CELVA e assessorato”, hanno spiegato il responsabile CELVA del progetto Ennio Subet e l’assessore alle Attività produttive Ennio Pastoret, presentando alla stampa il report dell’attività, finalizzata a “promuovere l’utilizzo razionale dell’energia, incentivare l’installazione di impianti a fonti rinnovabili e a migliorare l’efficacia negli usi finali”.

Nell’ambito del progetto, sono 182 gli operatori degli uffici tecnici comunali che hanno partecipato al percorso formativo, grazie al quale il 73% degli enti locali valdostani ha ora personale formato in materia di normativa energetica.

Oltre a mettere a disposizione degli enti una propria risorsa in grado di fornire consulenza, il CELVA nel 2011 ha dato supporto amministrativo e ha organizzato due incontri monotematici a cui ha partecipato il 67% degli amministratori locali.

Nell’ambito del burden sharing, per il 2012 è prevista la raccolta di dati del territorio relativamente a catasto energetico, impianti di illuminazione e pratiche edilizie. Grazie anche all’attività di promozione sviluppata nell’ambito di Reseau energie, tra i dieci progetti presentati per gli impianti dimostrativi nel 2011, sei sono stati proposti da comuni valdostani.

Dal 2011, inoltre, sono più di 5.000 le visite alla sezione dedicata a Reseau energie sul sito del CELVA (www.celva.it) e tutti i comuni hanno personale abilitato a operare sul portale energia. 

Fonte: Ansa

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico