Questo articolo è stato letto 1 volte

Certificazione energetica per edifici pubblici in Valle D’Aosta

certificazione-energetica-per-edifici-pubblici-in-valle-daosta.gif

La possibilita’ di certificare edifici anche ad uso residenziale e’ una delle principali novita’ del secondo avviso pubblico per il finanziamento di audit energetici destinati agli immobili degli enti locali.

L’iniziativa, giunta al suo secondo anno di attivazione, e’ stata promossa dall’assessorato regionale alle attivita’ produttive nell’ambito del Por-Fesr 2007-2013, ed e’ stata approvata dalla giunta regionale della Val d’Aosta lo scorso 18 novembre.

La copertura finanziaria e’ pari a 786.617,52 euro.

L’avviso pubblico e’ destinato a tutti i comuni e alle comunita’ montane della Regione Valle d’Aosta che siano proprietari di immobili, ad esclusione di quelli destinati ad uso agricolo o forestale.

”Visto il successo del precedente avviso per il quale erano pervenute 25 domande per un totale di 215 edifici ammessi, pari a 379.800 euro di contributo, e’ stato deciso di riproporre questa azione’, spiega l’assessore regionale alle attivita’ produttive, Ennio Pastoret.

Nell’ambito del Programma operativo Competitivita’ regionale 2007-2013 cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), l’avviso pubblico e’ gestito dal COA energia di Finaosta in collaborazione con il Celva. L’obbiettivo e’ di sostenere la diffusione degli audit energetici e della certificazione energetica sugli edifici di proprieta’ degli enti locali, diffondendo le buone pratiche di risparmio energetico in edilizia.

Le richieste dovranno pervenire al COA energia entro il 15 febbraio e potranno essere presentate a partire dalla pubblicazione dell’avviso pubblico sul sito della Regione (www.regione.vda.it/energia/default_i.asp), programmata entro la fine del mese di dicembre 2011.

Gli attestati di certificazione energetica e gli audit dovranno essere redatti secondo il sistema regionale Beauclimat e consegnati al COA energia entro la fine del 2012, in modo da rispettare la scadenza per la certificazione degli edifici di proprieta’ pubblica stabilita nell’allegato D della DGR n. 1062 del 6 maggio 2011.

E’ di 2.000 euro, al netto di oneri e IVA, il contributo massimo erogabile per ogni edificio sottoposto ad audit energetico, con relativa certificazione energetica. Nell’ambito del progetto Reseau Energie, il Celva e il COA energia forniranno ai comuni assistenza tecnico-amministrativa per l’espletamento delle procedure del nuovo avviso e per le presentazioni delle domande.

Fonte: Ansa

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico