Questo articolo è stato letto 0 volte

Condono ambientale "ordinario"

condono-ambientale-ordinario.gif

L’art. 167 del D.Lgs. 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio), come modificato a seguito della Legge 308/2004, prevede una sanatoria a regime di alcuni interventi "minori" eseguiti su immobili vincolati, in assenza o in difformità dalla autorizzazione paesaggistica (commi 4 e ss.).

In particolare possono essere sanati:

– lavori, realizzati in assenza o in difformità dall’autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero aumento di quelli legittimamente realizzati;

– lavori nel cui ambito siano stati impiegati materiali diversi da quelli indicati nell’autorizzazione paesaggistica;

– lavori che siano qualificati come interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria.

La sanatoria è subordinata al pagamento di una somma equivalente al maggior importo fra il danno arrecato e il profitto conseguito mediante la trasgressione.

L’art. 167 non specifica le fasi procedurali e non dispone nulla in ordine alla documentazione necessaria alla istruttoria delle pratiche, dunque il Ministero dei beni culturali e la Regione Lazio hanno stipulato un Protocollo d’intesa in cui vengono trattati i seguenti aspetti:

– definizione di lavori, superfici utili e volumi e conseguente individuazione delle tipologie di interventi ammessi ad accertamento di compatibilità paesaggistica ordinario;

– criteri uniformi in ordine alla procedura e alla documentazione da allegare alla domanda;

– modalità di determinazione della sanzione pecuniaria relativa al danno arrecato e al profitto conseguito per effetto della trasgressione.

Il Lazio è la prima Regione a siglare un accordo con il Ministero dei beni culturali per la definizione delle pratiche di condono ambientale ordinario; la Regione e il Ministero hanno intenzione di stipulare anche un secondo Protocollo, relativo al condono ambientale straordinario di cui all’art. 1, commi 37 – 39, della Legge 308/2004.

Protocollo d’intesa Ministero Beni Culturali – Regione Lazio

Schema di domanda

Elenco documenti da allegare

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico