Questo articolo è stato letto 0 volte

Copertura Ici per i Comuni

copertura-ici-per-i-comuni.gif

Un decreto legge da 1,3 miliardi per garantire un po` di equilibrio ai conti dei Comuni, la copertura dei disavanzi di spesa corrente di Roma e Catania e il rifinanziamento del Servizio sanitario nazionale per un ammontare pari alla non applicazione dei nuovi ticket per il 2009.

Arrivano 260 milioni di copertura per l`Ici sulla prima casa, per i quali il presidente dei sindaci, Leonardo Domenici, gia` chiede l`erogazione «con la tranche di dicembre». Una somma che copre per meta` il mancato gettito dell`imposta cancellata (la stima oscilla tra i 500 e i 600 milioni).

I Comuni sono soddisfatti anche per la garanzia di 585 milioni per l`integrazione del mancato gettito Ici sugli immobili ex rurali 2007 e dell`impegno per un trasferimento di altri 700 milioni per la copertura della stessa imposta per l`anno in corso. E danno per scontato che il premier non trascurera` di utilizzare la Finanziaria (o il Ddl collegato n. 1441) per garantire l`altra parte dei trasferimenti tagliati sotto la voce «costi della politica e delle amministrazioni territoriali»; vale a dire circa 280 milioni.

«Ora inizia il confronto parlamentare sul federalismo fiscale – ha dichiarato in serata Leonardo Domenici – sapendo che alcuni nodi sono stati risolti e che importanti emendamenti sui rapporti finanziari Stato-Comuni verranno rispettati».

Stando alla versione del testo circolato in questi giorni, le amministrazioni comunali potranno utilizzare lo strumento dell`accertamento convenzionale per certificare al ministero dell`Interno e a quello dell`Economia gli importi che equivalgono ai mancati trasferimenti e dovranno farlo entro il 30 aprile prossimo, mentre entro 60 giorni dall`entrata in vigore del decreto in Conferenza Stato Citta` verranno stabiliti i criteri di riparto dei fondi.

Nel decreto vengono poi confermati i fondi per tamponare i disavanzi di cassa di Roma e Catania. Per la capitale, sul 2008, si tratta della restituzione alla Cassa depositi e prestiti dei 500 milioni anticipati a giugno (che garantira` il Mef) mentre per il 2009 verranno utilizzati i fondi stanziati dalla delibera Cipe: dal 2010, invece 500 milioni l`anno saranno garantiti con i trasferimenti per Roma Capitale previsti dal federalismo fiscale.

Per la citta` siciliana viene pure confermato il contenuto della delibera Cipe (140 milioni); le risorse verranno dal Fondo per le aree sottoutilizzate attivato con la Finanziaria 2003.

Per la Regione Lazio arriva poi lo sblocco dei fondi che il Governo doveva per il ripiano della spesa sanitaria (circa 5 miliardi) e un aumento dei poteri del commissario ad acta, Piero Marrazzo.

Infine la copertura per evitare il ritorno dei ticket l`anno prossimo: 434 milioni che, come la parziale copertura sull`Ici per i Comuni, hanno garantito il disco verde delle Regioni al Ddl sul federalismo fiscale.

Fonti: www.ance.it e Il Sole 24 Ore

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico