Questo articolo è stato letto 55 volte

Correttivo codice appalti: lo schema di decreto e l’iter di approvazione

correttivo-codice-appalti-lo-schema-di-decreto-e-liter-di-approvazione.jpg

Il decreto Correttivo del Nuovo Codice Appalti è stato depositato ieri in Parlamento per i pareri istituzionali. La bozza di decreto, approvata in prima lettura dal Governo lo scorso 23 febbraio, ha quindi assunto un assetto definitivo recependo le proposte raccolte in fase di consultazione. Oltre che al vaglio di Camera e Senato, che si pronunceranno entro il 5 aprile prossimo, ora il decreto è al vaglio del Consiglio di Stato e della Conferenza Unificata. Ricordiamo che il decreto dovrà essere pubblicato entro e non oltre il 19 aprile prossimo (ma prima di essere pubblicato in Gazzetta avrà bisogno di una seconda approvazione in Consiglio dei Ministri).

Presso il portale della Camera dei deputati è disponibile lo schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (nuovo Codice degli Appalti). Si tratta dell’Atto del Governo 397, sottoposto a parere parlamentare.

Nello specifico sono disponibili 3 documenti:
Testo dell’atto trasmesso;
Relazione illustrativa, relazione tecnica, ATN,AIR;
Testo coordinato del d.lgs. 50/2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>