Questo articolo è stato letto 0 volte

Costruzioni: tavolo tecnico del Ministero del Lavoro

costruzioni-tavolo-tecnico-del-ministero-del-lavoro.gif

A seguito della convocazione dello scorso 16 luglio degli Stati Generali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e` stato attivato il successivo 21 luglio il tavolo specifico del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, presieduto dal Sottosegretario Sen. Pasquale Viespoli in rappresentanza del Ministro On. Maurizio Sacconi, nel quale sono state poste all`attenzione governativa alcune questioni di assoluto interesse per il settore delle costruzioni che, a seguito della grave crisi economica finanziaria, necessitano di un tempestivo intervento per garantire la tutela del lavoro in termini occupazionali.I temi affrontati in tale sede hanno avuto un primo importante riscontro il 27 luglio scorso, con la costituzione di un Tavolo tecnico, riservato alle parti sociali dell`edilizia firmatarie dei rispettivi ccnl, coordinato dalla Direzione Generale per gli ammortizzatori sociali e incentivi all`occupazione del suddetto Dicastero, presenti la Direzione Generale per la tutela delle condizioni di lavoro dello stesso e l`Inps.Dal confronto sono scaturite alcune importanti indicazioni circa la risoluzione di alcune questioni attinenti gli ammortizzatori sociali, con particolare riguardo alla Cassa integrazione guadagni per l`edilizia e alla disoccupazione speciale di cui alla L. n. 427/75. Al riguardo, il Ministero del Lavoro, sentito l`Inps, si e` mostrato favorevole alle richieste promosse dalle parti sociali dell`edilizia, confermando la volonta` di intervenire sull`attuale apparato normativo, sia attraverso alcune importanti modifiche dello stesso sia fornendo alcune favorevoli indicazioni operative attraverso appositi atti amministrativi.Relativamente agli aspetti economici finanziari connessi alle istanze emerse, l`Ance ha ritenuto opportuno ricordare che la gestione edilizia della Cig vanta un importante attivo patrimoniale che consentirebbe di sostenere tali nuovi interventi senza oneri a carico dell`erario.

Fonte: Ance

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>