Questo articolo è stato letto 0 volte

Dal decreto legge 1 ottobre 2007 n. 159 interventi urgenti in materia economico-finanziaria

E` stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 ottobre 2007 n. 229 il decreto legge 1 ottobre 2007, n. 159 recante interventi urgenti in materia economico-finanziaria per lo sviluppo e l`equità sociale:

– programma straordinario di edilizia residenziale pubblica;
– la promozione di nuovi strumenti finanziari immobiliari, a totale o parziale partecipazione pubblica, per l`incremento del patrimonio immobiliare destinato alla locazione.

Il programma vuole assicurare alloggi a canone sociale prioritariamente per le categorie di inquilini disagiati indicati dalla legge 9/2007, ossia con reddito lordo annuo inferiore a 27.000 euro, che siano o abbiano in famiglia persone over 65 anni, figli a carico, malati terminali o portatori di handicap con invalidità oltre il 66%, sottoposti a sfratto esecutivo.
A questo scopo è stato stanziato il finanziamento entro il limite di 550 milioni di euro di un piano straordinario di edilizia residenziale nei Comuni capoluoghi di provincia, in quelli confinanti con essi con popolazione superiore a 10.000 abitanti, e` nei Comuni ad alta tensione abitativa. Il finanziamento è rivolto a recupero e adattamento del patrimonio edilizio degli ex IACP e dei Comuni, e all’acquisto o alla locazione di alloggi e in via residuale viene prevista l`eventuale costruzione di nuove residenze.

Per poter beneficiare di tali finanziamenti le Regioni e le Province autonome dovranno trasmettere al Ministero delle Infrastrutture l`elenco degli interventi immediatamente realizzabili volti a soddisfare il fabbisogno di edilizia residenziale pubblica entro 20 giorni dall`entrata in vigore del presente decreto legge: vale a dire entro il 22 ottobre 2007. Con successivo decreto ministeriale, da emanarsi entro 30 giorni dall`entrata in vigore del D.L., il Ministero si impegana ad individuare e a provvedere agli interventi prioritari ed immediatamente realizzabili, nell`ambito di quelli indicati nei piani regionali.

Viene inoltre prevista la costituzione, tramite l`Agenzia del Demanio, di un`apposita societa` di scopo per promuovere la formazione di strumenti finanziari immobiliari per l`acquisizione, il recupero, la ristrutturazione, la realizzazione di interventi residenziali, anche attraverso il ricorso ad immobili di proprietà dello Stato, o di altri enti pubblici (si veda l’art. 41 D.L. 159/2007). Si tratta di interventi volti ad incrementare il patrimonio immobiliare destinato alla locazione, con particolare riguardo a quella a canone sostenibile nei comuni ad alta tensione abitativa.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico