Questo articolo è stato letto 0 volte

Decreto Crescita, via libera dal CdM

decreto-crescita-via-libera-dal-cdm.jpg

È stato approvato venerdì scorso dal Consiglio dei Ministri il Decreto Crescita contenente le misure per far ripartire il Paese. Dunque, via libera, “salvo intese”. Molti i provvedimenti per l’edilizia.

Le novità più importanti sono:

– il bonus per ristrutturazioni edilizie passa dal 36 al 50% solo fino al 30 giugno 2013, con un massimo di 96mila euro;

– il piano città, piano nazionale per interventi mirati di riqualificazione delle aree urbane degradate, costruzione di parcheggi, di alloggi e scuole;

– per le aziende arriva esenzione Imu sugli immobili invenduti, per tre anni;

– arriva il credito d’imposta del 35%, con un limite massimo pari a 200 mila euro annui per ciscuna impresa per l’assunzione di personale qualificato. Arrivano agevolazioni anche per chi investe in progetti “verdi” 

Inoltre, è definitiva la proroga dell’entrata in vigore del SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) al 31 dicembre 2013 per consentire la prosecuzione delle attività necessarie per la verifica del funzionamento del sistema.

Fonte: Ediltecnico.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico