Questo articolo è stato letto 6 volte

Demanio: formulazione livelli standard di gestione degli edifici pubblici

demanio-formulazione-livelli-standard-di-gestione-degli-edifici-pubblici.jpg

Gestione edifici di proprietà dello Stato in uso alle Pubbliche Amministrazioni e spending review: l’Agenzia del Demanio ha appena pubblicato i tassi di caricamento sull’applicativo “Indici di performance, Iper”, relativi ai dati su costi e consumi per gli anni 2012-2013 richiesti alle Pubbliche Amministrazioni che utilizzano immobili di proprietà statale o privata. Sulla base delle informazioni inserite all’interno di Iper saranno elaborati, per ogni amministrazione, i livelli di prestazione degli immobili. Questi saranno espressi in termini di costi d’uso per addetto.

I valori indicati dalle amministrazioni che si dimostreranno più performanti andranno a costituire gli standard di riferimento a cui tutte le Pubbliche Amministrazioni dovranno adeguarsi, sfoltendo i costi eccessivi ed eliminando così gli sprechi.

In questa prima fase le Pubbliche Amministrazioni utilizzatrici si sono prodigate nella comunicazione delle informazioni richieste per gli anni 2012 e 2013, mentre per il 2014 la scadenza per il caricamento dei dati è prevista per il prossimo 30 giugno.

L’utilizzo di Iper permette un ampio numero di vantaggi, consentendo la creazione di una base informativa completa, attendibile, coerente: insomma, indispensabile per la successiva elaborazione degli indicatori di performance.

Per una visione d’insieme in materia consulta la Pagina Speciale dedicata ai Beni demaniali.

La raccolta delle informazioni relative ai costi per l’uso degli edifici di proprietà dello Stato utilizzati dalle PA è incominciata nello scorso mese di novembre. L’iniziativa è funzionale all’attuazione di quanto previsto dall’art. 1, co. 387 della legge n. 147 del 27 dicembre 2013 (Legge di Stabilità 2014), che impone alle amministrazioni dello Stato, pena la segnalazione alla Corte dei Conti, di comunicare i costi gestionali degli immobili utilizzati all’Agenzia del Demanio, al fine di poterli controllare e ridurre, come significativa misura di spending review nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>