Questo articolo è stato letto 25 volte

Demanio, online il Portale PA per gli enti locali

demanioonline-il-portale-paper-gli-enti-locali.gif

E’ disponibile un nuovo sistema informatico denominato “Portale PA” che consentirà alle amministrazioni dello Stato interessate di comunicare all’Agenzia del Demanio in modo più rapido e agevole le informazioni prescritte da specifiche disposizioni normative.

Il Portale PA si articola in tre diverse funzioni:

1) “RATIO” – Rilevazione periodica fabbisogni allocativi. Consente la comunicazione dei dati concernenti la previsione triennale dei fabbisogni allocativi e delle superfici occupate non più necessarie ai  sensi dell’art. 2, comma 222, primo periodo della legge 23/12/2009 n. 191 (Legge Finanziaria 2010)

2) “SIM” – Rilevazione periodica costi di manutenzione sugli immobili. Consente la comunicazione dei dati concernenti gli interventi manutentivi effettuati sia sugli immobili di proprietà dello Stato, alle medesime in uso governativo, sia su quelli di proprietà di terzi utilizzati a qualsiasi titolo, nonché l’ammontare dei relativi oneri ai sensi dell’art. 2, comma 222, decimo periodo della legge 23/12/2009 n. 191 (Legge Finanziaria 2010)

3) “U.GOV” – Esclusione usi governativi dal trasferimento agli Enti Locali. Consente alle Amministrazioni interessate di richiedere l’esclusione dal trasferimento a Comuni, Province, Città Metropolitane e Regioni  degli immobili di proprietà dello Stato in uso per comprovate ed effettive finalità istituzionali ai sensi dell’art. 5 comma 3 del D.Lgs. 28/05/2010, n. 85

 Le Amministrazioni dello Stato interessate possono accedere al Portale PA, previa procedura di accreditamento, a far data dal 28 marzo 2011

Portale PA

Fonte: Agenzia del Demanio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>