Questo articolo è stato letto 115 volte

Detrazione 50%, quando va inviata la notifica preliminare all’ASL

detrazione-50-quando-va-inviata-la-notifica-preliminare-allasl.jpg

Per quel che riguarda la detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia presentiamo un breve approfondimento sulla comunicazione o notifica preliminare ASL che deve essere inviata o consegnata all’Azienda Sanitaria Locale prima dell’inizio degli interventi.

Quando è obbligatorio inviare la notifica preliminare ASL
Il decreto legislativo 81/2008 (il c.d. Testo Unico sulla Sicurezza) prevede che la comunicazione all’ASL per la detrazione 50% e per la notifica preliminare sia obbligatoria quando si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

1. Nel cantiere si trovano a lavorare più imprese anche non contemporaneamente.

2. Nei cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di notifica, ricadono nelle categorie di cui al numero 1 per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera.

3. Cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini-giorno.

Cosa deve contenere la notifica preliminare ASL
Il documento della notifica preliminare ASL deve riportare i dati fondamentali che servono per identificare il cantiere e i suoi responsabili.

Nello specifico, i contenuti della comunicazione all’ASL devono rispettare le indicazioni contenute nell’allegato XII del d.lgs. 81/2008, e cioè:
1. Data della comunicazione.
2. Indirizzo del cantiere.
3. Committente (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo).
4. Natura dell’opera.
5. Responsabile dei lavori (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo).
6. Coordinatore per quanto riguarda la sicurezza e la salute durante la progettazione dell’opera (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo).
7. Coordinatore per quanto riguarda la sicurezza e la salute durante la realizzazione dell’opera (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo).
8. Data presunta d’inizio dei lavori in cantiere.
9. Durata presunta dei lavori in cantiere.
10. Numero massimo presunto dei lavoratori sul cantiere.
11. Numero previsto di imprese e di lavoratori autonomi sul cantiere.
12. Identificazione, codice fiscale o partita IVA, delle imprese già selezionate.
13. Ammontare complessivo presunto dei lavori (euro).

Quando deve essere inviata la notifica preliminare ASL
La notifica va inviata a cura del committente (pubblico o privato) o dal responsabile dei lavori individuato dal committente stesso. Solitamente la notifica preliminare va consegnata all’ASL a mano presso lo sportello del servizio oppure inviata per posta (con raccomandata A.R.) o a mezzo fax (ogni ASL ha modalità diverse, per cui si consiglia di informarsi presso la propria ASL territorialmente competente per sincerarsi delle modalità corrette di invio).

La notifica preliminare può essere inviata in qualunque momento purché in data antecedente l’inizio dei lavori.

Esistono dei moduli prestampati per la notifica preliminare ASL?
Normalmente sui siti internet delle ASL sono presenti dei moduli in PDF prestampati da utilizzare. In alternativa molte Aziende sanitarie ammettono anche l’invio di moduli in carta libera, purché riportino tutte le voci indicate dall’allegato XII del d.lgs. 81/2008.

Fonte: Ediltecnico.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>