Questo articolo è stato letto 1 volte

Difesa del territorio: Orlando al lavoro per la semplificazione

difesa-del-territorio-orlando-al-lavoro-per-la-semplificazione.jpg

Una proposta per rendere finalmente chiare e definite le regole per combattere il dissesto idrogeologico ed il consumo di suolo: è l’ambizioso ed importante obiettivo segnalato dal Ministro dell’ambiente Andrea Orlando al termine dell’incontro svoltosi venerdì scorso insieme al gruppo di lavoro sul dissesto idrogeologico.

Il gruppo di lavoro nasce per mano del Ministro stesso al fine di elaborare strumenti più efficaci di difesa del territorio ed al suo interno collaborano associazione ambientaliste, organizzazioni professionali e rappresentanze degli enti locali.

Leggi altre notizie inerenti al tema nella sezione Guidambiente su Ediltecnico.it.

Il documento partorito dall’incontro è stato definito da Orlando “ricco di proposte e buone idee”: l’applicazione di tali proposte potrebbe rappresentare un’azione rapida ed efficace per mitigare il rischio idrogeologico, il quale è accentuato in questi anni dai cambiamenti del clima, dall’abbandono delle colture collinari che costituiscono un presidio di controllo e manutenzione ed anche dalla complessità delle regole.

Dall’incontro è pure emerso che uno dei “talloni d’Achille” su cui concentrare gli sforzi di miglioramento è senz’altro quello inerente alle incertezze di “governance”, ovvero la sovrapposizione o addirittura la mancanza di competenze delle istituzioni sui diversi interventi a difesa del territorio.

Da superare certamente è la vecchia logica dell’emergenza e dei costosi interventi sui danni già avvenuti, virando invece su aggiustamenti normativi a costo zero idonei a sbloccare efficacemente progetti di consolidamento dei territori minacciati: in questo senso il Ministro garantisce nel giro di due mesi la stesura di regole più semplici, chiare ed efficienti in materia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>