Questo articolo è stato letto 0 volte

DL 159/2007 in corso di conversione

dl-1592007-in-corso-di-conversione.gif

La Camera esamina in questi giorni la legge di conversione del DL 159/2007 “Interventi urgenti in materia economico-finanziaria, per lo sviluppo economico e l’equità sociale”, il cosiddetto decreto fiscale.
Nella seduta del 6 novembre, la Commissione Ambiente ha avviato la discussione.

Per quanto riguarda le politiche abitative, il decreto prevede il finanziamento di un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica: stanzia 550 milioni di euro per il 2007, per garantire il passaggio da casa a casa delle categorie sociali indicate nella legge 9/2007, l’accesso all’abitazione per le giovani coppie a basso reddito, l’ampliamento dell’offerta di alloggi in locazione a canone sociale.
L’articolo 21-bis rifinanzia i “Contratti di quartiere II”.
L ‘articolo 41 vuole incrementare il patrimonio immobiliare destinato alla locazione e contenere il costo delle locazioni, autorizzando la spesa, per il 2007, di 100 milioni di euro.

Il comma 2 dell’articolo 21, introdotto dal Senato, dispone che l’attuazione del programma straordinario di edilizia residenziale pubblica debba rispettare i criteri di efficienza energetica, di riduzione delle emissioni inquinanti, di contenimento dei consumi energetici e di sviluppo delle fonti di energia rinnovabile. L’articolo 26 impone una certificazione attestante la riduzione delle emissioni di gas serra a tutti gli interventi pubblici, e una certificazione energetica ad attestazione del rispetto di standard di efficienza energetica conformi alle migliori tecniche disponibili e dell’utilizzo di una quota obbligatoria di calore ed elettricità prodotti da fonti rinnovabili. Tale misura rafforza ed estende le politiche per l’ottimizzazione del profilo energetico delle costruzioni e delle opere pubbliche, e l’espansione della produzione di energia da fonti rinnovabili. Il comma 3 dello stesso articolo 26 impone al Governo di predisporre uno specifico aggiornamento annuale: da inserire nel DPEF, ha lo scopo di monitorare lo stato di attuazione degli impegni per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, in coerenza con gli obblighi derivanti dal Protocollo di Kyoto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico