Questo articolo è stato letto 0 volte

Dossier Decreto Milleproroghe

dossier-decreto-milleproroghe.gif

Il decreto legge "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria" meglio conosciuto come "Milleproroghe" è stato approvato dal Consiglio dei ministri del 28 dicembre 2007, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 31 dicembre 2007 e immediatamente operativo. Successivamente, è stato convertito dal Parlamento con la legge 28 febbraio 2008 n.31, entrata in vigore il primo marzo 2008. 

Il sito internet del Governo italiano ha realizzato un interessante dossier, schematizzando la struttura del Decreto, in modo da fare un pò di chiarezza. Durante l’iter parlamentare, infatti, il provvedimento ha subito numerose modifiche: sono state aggiunte nuove disposizioni che ne hanno reso la lettura e l’interpretazione molto ostica, soprattutto a causa dei continui rimandi a leggi precedenti.

Le disposizioni contenute nel milleproroghe – in analogia con la struttura del decreto – sono suddivise per temi. Di seguito riportiamo i riferimenti alle tematiche d’interesse per il nostro settore. 

Le norme e le proroghe sull’ambiente riguardano in particolare: i rifiuti elettrici ed elettronici, le emissioni degli impianti, l’autorizzazione integrata ambientale, i rifiuti della regione Campania, il servizio di raccolta rifiuti nelle scuole.

Le norme e le proroghe per i beni culturali e il turismo riguardano in particolare: la prevenzione incendi negli alberghi, le barriere architettoniche, il diritto d’autore, le Fondazioni musicali.

Le norme e le proroghe in materia di infrastrutture e trasporti riguardano in particolare: le infrastrutture e il trasporto ferroviario, le concessioni aeroportuali, l’Autorità Stretto di Messina, i contratti pubblici, le agevolazioni per il Belice e la strage del Vajont, la revisione delle norme tecniche sulle costruzioni, l’ ENAC, i diritti aeroportuali, le limitazioni alla guida, i ciclomotori, il disagio abitativo, la riorganizzazione della gestione aeroporti, l’indennità di trasferta del personale dell’Ente nazionale aviazione civile, gli investimenti immobiliari degli enti di previdenza e Gioia Tauro.

Fonte: www.governo.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico