Questo articolo è stato letto 127 volte

DURC online, domani si parte: come sanare eventuali irregolarità?

durc-online-domani-si-parte-come-sanare-eventuali-irregolarit.gif

Domani si parte: il nuovo sistema telematico per la richiesta e il rilascio telematico del DURC entra ufficialmente in vigore tra 24 ore. Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 1° giugno del Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 30 gennaio 2015 recante rubrica “Semplificazione in materia di documento unico di regolarità contributiva (DURC)”, è infatti penetrata a tutti gli effetti nell’ordinamento l’importante semplificazione relativa al rilascio del DURC.

Leggi anche l’articolo DURC, la semplificazione arriva attraverso un click.

L’impresa che dovesse risultare irregolare avrà tempo 15 giorni per mettersi in regola: la verifica della posizione, in ciascuna banca dati, dovrà concludersi in massimo 72 ore, a precisarlo è la circolare INPS n.126 del 26 giugno scorso.

Il tempo concesso per sanare la propria posizione è tuttavia più esteso rispetto all’intervallo di tempo sopracitato (15 giorni): le casse edili precisano che l’istruttoria viene chiusa tassativamente il 29° giorno dalla richiesta (in modo da poter comunicare l’informazione a Inps e Inail). INAIL e INPS evidenziano, nelle rispettive circolari pubblicate il 26 giugno scorso, che il termine perentorio si chiude il 30° giorno dall’interrogazione.

Esiste una forma di tolleranza nei confronti dell’impresa con riferimento ai pagamenti delle scadenze naturali nei confronti delle casse edili. A rigore, infatti, la verifica di regolarità del DURC, “riguarda i pagamenti scaduti fino al secondo mese antecedente la verifica”. Ad esempio, se il DURC viene richiesto il primo luglio, il sistema verifica la regolarità delle scadenze relative alla fine di maggio. Tuttavia, se l’impresa ha effettuato il pagamento successivamente a questa data e prima della data dell’interrogazione, l’impresa risulta regolare, e ottiene il DURC. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>