Questo articolo è stato letto 0 volte

Earth Day: ecco i temi più interessanti per le amministrazioni comunali

earth-day-ecco-i-temi-pi-interessanti-per-le-amministrazioni-comunali.jpg

La Giornata della Terra (Earth Day 2014) celebrata ieri in tutto il pianeta ha rilasciato sul terreno delle notizie di giornata un discreto numero di tematiche da evidenziare con attenzione in materia di ambiente. Dall’attenzione ai reati ambientali (leggi a proposito l’articolo Reati ambientali: Legambiente auspica strumenti più efficaci) fino la battaglia contro il dissesto idrogeologico transitando per le tematiche delle energie rinnovabili e dell’economia sostenibile e “green”.

Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni (Anbi), si è infatti ieri soffermato sulla questione della sicurezza idrogeologica: “Non può esistere una green city senza la tutela del fondamentale concetto di sicurezza idrogeologica – ha spiegato Gargano -, nel nostro impegno quotidiano per garantire sicurezza idraulica alle comunità abbiamo un grande alleato: sono le amministrazioni comunali che lo ribadiscono costantemente grazie a migliaia di accordi di programma attivi sul territorio, basati sulla cultura del fare e di cui il Protocollo d’intesa con Anci è il fondamentale atto di riferimento, così come l’Accordo Stato-Regioni del 2008 ricopre il ruolo di indispensabile cornice normativa all’azione dei Consorzi di bonifica”.

Il tema che quest’anno ha caratterizzato l’Earth Day era quello, suggestivo, della “città verde”: e vanno pertanto lette alla luce di questo concetto le parole del presidente dell’Anbi, il quale ha spiegato come direzionare un importante sforzo strategico verso lo sviluppo di città maggiormente ecocompatibili.

Sulla stessa china si sono posizionate le parole Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il quale ha tratteggiato i margini concettuali inerenti all’ampio tema della salvaguardia del pianeta: in una nota diffusa proprio nella giornata di ieri il titolare del dicastero dell’ambiente ha affermato. “Lavoriamo per rilanciare la crescita italiana ed europea attraverso un’economia completamente ambientale e sostenibile, costruita su un modello circolare di riutilizzo immediato di ciò che si usa, sulla riduzione delle emissioni nocive per una migliore qualità della vita e per frenare i cambiamenti climatici di cui paghiamo già le conseguenze, sulla limitazione drastica degli sprechi di cibo e acqua, sulle fonti rinnovabili come alternativa alla dipendenza energetica da altri paesi, sulla messa in sicurezza del territorio, la difesa dei mari, della natura, delle specie protette”.

Insomma, tanti temi caldi sull’ideale tavolo di lavoro dell’Earth Day 2014: concetti che innestano le loro basi su argomenti che riguardano gli enti locali, con particolare rilevanza anche per le amministrazioni comunali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>