Questo articolo è stato letto 0 volte

Ecobonus 65%: in Parlamento si lavora verso la stabilizzazione per il 2014

ecobonus-65-in-parlamento-si-lavora-verso-la-stabilizzazione-per-il-2014.jpg

A proposito di Ecobonus: si corre a grandi falcate verso una probabile stabilizzazione anche per il 2014 della Detrazione 65%. L’impulso, che punta a far divenire strutturale (e quindi ad estendere anche per gli anni successivi al 2014) l’agevolazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, è giunto dalla risoluzione presentata lo scorso 11 settembre alla Camera da uno schieramento che allineava esponenti di tutte le forze politiche presenti in Parlamento, condotto dal Presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci.

Ma non si tratta solo di una semplice proroga dell’Ecobonus. Il documento, infatti, chiede di ampliare il novero dei soggetti fruitori della Detrazione 65%, includendo nell’elenco degli interventi per i quali è possibile godere di tale agevolazione fiscale anche:
– gli interventi relativi alla riqualificazione energetica del patrimonio di edilizia residenziale pubblica;
– gli interventi relativi alla riqualificazione energetica di edifici interi;
– gli interventi di consolidamento antisismico degli edifici ricadenti in aree al alta pericolosità sismica che, per ragioni di tipo amministrativo, non rientrano ancora nelle zone 1 e 2 di cui all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3274 del 20 marzo 2003;
– gli interventi di consolidamento antisismico dei beni immobili strumentali.

Per un’ampia panoramica in materia consulta lo Speciale Ecobonus Detrazione 65% su Ediltecnico.it.

La risoluzione, inoltre, si pone come impegno per il Governo nell’ottica di rafforzare le politiche ambientali e di sostegno dell’edilizia di qualità, con l’obiettivo del perseguimento dello sviluppo sostenibile sostenuto a livello globale e su cui l’Italia ha assunto impegni precisi anche nella recente Conferenza dell’ONU “Rio+20”, assumendo iniziative urgenti dirette alla messa in sicurezza e alla riqualificazione energetica del patrimonio edilizio nazionale, privato e pubblico.

Non va dimenticato che la Detrazione 65% per interventi di riqualificazione energetica è stata prorogata dal Governo Letta fino al 31 dicembre 2013. In una prima fase l’Esecutivo aveva escluso la possibilità di dare ulteriori proroghe all’Ecobonus e alla Detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie, ma il trascorrere delle settimane ha compattato il fronte di coloro che auspicano un ripensamento del Governo. Non resta che attendere e seguire l’evoluzione della situazione: aleggia comunque una sensazione di cauto ottimismo.

Fonte: Ediltecnico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>