Questo articolo è stato letto 3 volte

Edilizia agevolata, al via l’Agenzia di controllo a Bolzano

edilizia-agevolata-al-via-lagenzia-di-controllo-a-bolzano.jpg

Per evitare gli abusi nell’utilizzo di alloggi convenzionati la Giunta provinciale  di Bolzano intende accelerare sull’istituzione di una specifica agenzia di controllo e nei giorni scorsi ha incaricato l’assessore competente Christian Tommasini di avviare l’iter del progetto dell’agenzia in collaborazione con il Consorzio dei Comuni.

Da tempo si discute della necessità, per evitare speculazioni edilizie sul territorio in tema di mercato degli alloggi, di rendere più efficace la vigilanza della Provincia e dei Comuni sull’edilizia abitativa convenzionata attraverso l’istituzione di un’apposita Agenzia provinciale.

Come noto, l’assegnazione di zone di espansione per la costruzione di casa comporta che il 55% della superficie venga riservato all’edilizia agevolata, mentre del restante 45% “libero” il 60% sia vincolato ad alloggi convenzionati, vale a dire da mettere a disposizione di residenti in Alto Adige in attesa di prima casa. Sono invece frequenti i casi di mancato rispetto di questa disposizione, in particolare con abitazioni di edilizia convenzionata affittate a turisti e persone provenienti da fuori provincia, a scapito appunto dei residenti in attesa di alloggio.

Per evitare tali abusi si punta su controlli più severi: spetterebbero invero ai Comuni, che però non sembrano in grado di garantirli.

“Per questo la Provincia ha concordato con il Consorzio dei Comuni di istituire una specifica agenzia che possa esercitare questa attività di controllo su tutto il territorio provinciale”, ha spiegato il presidente Luis Durnwalder. L’assessore competente Christian Tommasini è stato quindi incaricato dalla Giunta provinciale di avviare i passi con il Corsorzio dei Comuni per rendere al più presto operativa la nuova agenzia che verifichi la corretta destinazione degli alloggi convenzionati. “Confidiamo di poter attivare l’agenzia nelle prossime settimane”, ha concluso Durnwalder.

Fonte: Provincia Bolzano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>