Questo articolo è stato letto 1 volte

Edilizia e mobilità, progetto al via a Campobasso

edilizia-e-mobilit-progetto-al-via-a-campobasso.gif

Via all’intesa propedeutica alla conclusione dell’Accordo di programma “Sistema scuole sicure, città, mobilità cittadina” tra Regione Molise e Comune di Campobasso. Nei giorni scorsi la firma tra il Presidente della Regione, Michele Iorio, e il Sindaco del capoluogo di regione, Gino Di Bartolomeo.
 
Le risorse finanziarie, pari a 20 milioni e 920 mila euro, saranno così finalizzate:
-interventi sull’impiantistica per agibilità in alcune scuole;
– miglioramento sismico attraverso un primo intervento finalizzato ad un successivo adeguamento sismico generale;
– sistemazioni interne agli edifici di cui alle verifiche tecniche anche in collaborazione con i VVFF;
– adeguamento sismico delle scuole di competenza comunale;
– Programma straordinario messa in sicurezza non strutturale  scuola elementare D’Ovidio, via Roma;
– sistemazione e messa in funzione del Terminal del trasporto urbano ed extra urbano con adeguamento delle strutture;
– viabilità di raccordo con le circonvallazioni alla città di Campobasso; – anello di congiunzione per evitare il centro cittadino e snellire il traffico automobilistico; congiunzione stradale strada di collegamento S. Stefano fondo valle Rivolo.

“Il Governo regionale – ha spiegato il Presidente Iorio – intende promuovere, di concerto con il Comune di Campobasso, la stipula di un Accordo di Programma denominato “Sistema scuole sicure, città, mobilità cittadina“, per l’individuazione di un percorso condiviso che assicuri il coordinamento di tutte le attività necessarie all’attuazione di un ampio spettro di interventi incentrati sulla sicurezza degli utenti delle scuole di competenza comunale (alunni, insegnanti, personale non docente, genitori ed accompagnatori) che giunga a formulare un piano complessivo per la sistemazione ed adeguamento sismico e funzionale delle stesse e per la riqualificazione coerente della viabilità cittadina e relativa mobilità sostenibile, in ottica multipolare, che veda, da un lato le scuole e dall’altro il Terminal dei mezzi extra urbani da aprire all’utenza di quelli urbani”.

“La Regione Molise – ha aggiunto l’Assessore alla Programmazione Gianfranco Vitagliano – di concerto con i diversi attori istituzionali, ha avviato una indagine complessiva di conoscenza della situazione strutturale dell’intero sistema scolastico regionale, finalizzata a fotografare lo stato di fatto all’interno di uno scenario di programmazione scolastica di lungo periodo.

In tale ottica, l’Esecutivo regionale, con la DGR n. 942 del 14/09/2009, è orientata a predisporre una prima ipotesi di interventi urgenti e un programma più ampio di interventi di messa in sicurezza di edifici scolastici, avviando, nel contempo, il reperimento delle risorse finanziarie necessarie.
 
Sul piano finanziario, la strategia dell’intervento regionale si fonda su di un sistema integrato di azioni che fanno capo alla finanza ordinaria dedicata, ma anche alla finanza innovativa, attraverso azioni equilibrate e non esaustive di project financing, perequazione urbanistica, permutazione immobiliare, valorizzazione del patrimonio esistente.

Sul piano urbanistico, ogni proposta progettuale dovrà rapportarsi con gli spazi urbanistici attuali, attraverso un’integrazione fra la situazione esistente e la configurazione di un nuovo sistema scolastico di qualità, attraverso la valorizzazione di immobili esistenti, la dismissione di complessi immobiliari con profili non adeguabili, la realizzazione di uno o più poli scolastici”.

Fonte: www.regione.molise.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>