Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia in Calabria

edilizia-in-calabria.jpg

Approvata una serie di interventi per l’Edilizia residenziale pubblica
La Giunta regionale ha approvato, tra gli altri, una serie di interventi in favore dell’Edilizia residenziale pubblica sul territorio regionale. I Comuni interessati sono Crotone, Catanzaro Ferruzzano, Scigliano, Sinopoli e altre amministrazioni del Vibonese.
*****

Vertice tecnico sul riordino amministrativo della normativa sismica
“Il confronto segna un altro passo avanti nel processo che la Regione ha avviato sin dal 2007, teso a favorire la riduzione del rischio sismico, sia per le nuove costruzioni, che per quelle già realizzate. L’intera fase di riordino si concluderà entro la fine del 2009”.

È quanto ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Incarnato, in riferimento all’incontro sul riordino amministrativo della normativa sismica in Calabria e del relativo documento di attuazione.

Nel corso della riunione è stato fatto il punto sulla legislazione sismica nazionale e regionale, in rapporto alla sentenza della Corte Costituzionale dell’aprile 2006.

Come si ricorderà la sentenza ha radicalmente modificato i principi della Legge 741/81 (che prevede le modalità di deposito dei progetti e successivo controllo a campione), sancendo la necessità del regime autorizzativo a salvaguardia della pubblica e privata incolumità e dei principi fondamentali in materia di governo del territorio e protezione civile, eliminando il sistema del controllo a campione introdotto dalle varie leggi regionali e dalla stessa legislazione della Calabria. Gli effetti della sentenza costringono tutte le amministrazioni regionali a ridisegnare il sistema dei controlli.

L’assessore Incarnato, oltre a ribadire la pericolosità sismica del territorio calabrese, ha ripercorso le tappe del lavoro fin qui svolto e, in particolare, si è soffermato sul protocollo di intesa con Eucentre (Fondazione costituita dal dipartimento della Protezione Civile della presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dall’Università degli Studi di Pavia e dall’Istituto universitario di Studi Superiori di Pavia), con il compito di promuovere e sostenere la ricerca nel campo dell’ingegneria sismica, d’intesa con gli Istituti universitari operanti in Calabria. Incarnato ha precisato, infine, che l’attività del dipartimento riguarda il riordino della citata LR 7/1998, mediante un Regolamento regionale di attuazione.

Alla fine dell’incontro si è stabilito che l’assessorato nei prossimi giorni incontrerà tutti gli altri soggetti operanti nel settore (Anci, Ance, Upi e altre categorie), mentre gli Ordini professionali, sulla scorta dei documenti elaborati dal dipartimento, faranno pervenire entro un mese le proprie osservazioni, utili a definire la materia.

 Fonte: www.regione.calabria.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>