Questo articolo è stato letto 4 volte

Edilizia, la coesistenza di SCIA e SuperDIA

edilizia-la-coesistenza-di-scia-e-superdia.gif

Con la il decreto n. 70/2011  è stato precisato che le disposizioni in materia di SCIA si applicano all’edilizia, con esclusione delle seguenti ipotesi: 

– DIA prevista come alternativa o sostitutiva del permesso di costruire (c.d. SuperDIA);

– DIA prevista dalle leggi regionali che  abbiano ampliato l’ambito applicativo delle disposizioni di cui all’articolo 22, comma 3 del medesimo T.U.;

– nei casi in cui sussistano vincoli ambientali, paesaggistici o culturali, la SCIA non sostituisce gli atti di autorizzazione o nulla osta, comunque denominati, delle amministrazioni preposte alla tutela dell’ambiente e del patrimonio culturale

Conseguentemente, nel nostro ordinamento SCIA e SuperDIA coesistono. Approfondiamo le differenze e i punti in comune dei due titoli abilitativi nell’articolo “La coesistenza della SCIA e della SuperDIA in edilizia (Prima parte)” di A. Mafrica e M. Petrulli, pubblicato oggi in home page, nella sezione Approfondimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>