Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia Urbanistica

Edilizia: le costruzioni per la ripresa

edilizia-le-costruzioni-per-la-ripresa.gif

E` urgente uno scatto di efficienza del sistema politico-amministrativo ed e` necessaria una stretta collaborazione delle istituzioni tra loro e delle istituzioni con le associazioni imprenditoriali per garantire un migliore utilizzo delle risorse pubbliche gia` stanziate.

E` quanto emerso in occasione del convegno “Le costruzioni per la ripresa: Il ruolo delle Regioni”, tenutosi a Lecce il 23 ottobre u.s.ed organizzato da Ance Puglia.

La relazione introduttiva del Vice-Direttore dell`Ance, Antonio Gennari, ha permesso di fare il punto sui fattori di miglioramento della competivita` del Mezzogiorno e sulle risorse rese disponibili per lo sviluppo dell`area nell`ambito del Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 (fondi strutturali e  FAS), per un importo complessivo pari a circa 90 miliardi di euro di cui 35 per infrastrutture e costruzioni.

Il Presidente dell`Ance Puglia, Ing. Salvatore Mattarese, ha insistito sugli elementi di contesto (giustizia civile, criminalita` organizzata, istruzione,…) indispensabili per l`efficacia delle politiche regionali ed ha presentato le proposte operative degli imprenditori relative in particolare all`introduzione di incentivi fiscali, alla riqualificazione dei quartieri degradati, all`accelerazione dei programmi infrastrutturali, alla formazione e alla qualita` della Pubblica Amministrazione, alla cooperazione interregionale nonche` alla creazione di “task force“ regionali miste, composte da rappresentanti delle Amministrazioni e del sistema imprenditoriale delle costruzioni, con lo scopo di analizzare i problemi relativi all`attuazione degli interventi e proporre soluzioni operative in grado di accelerare le realizzazioni.

In conclusione del convegno, al quale hanno partecipato i rappresentanti delle Amministrazioni Regionali nonche` di Confindustria Mezzogiorno, Anas e Ferrovie dello Stato, il Presidente dell`Ance, Ing. Paolo Buzzetti, ha sottolineato l`opportunita` di accelerare l`attuazione dei programmi infrastrutturali gia` finanziati, in un contesto in cui i vincoli di finanza pubblica portano a limitare il volume degli stanziamenti per nuove infrastrutture.

Ha inoltre ribadito che la crisi e` ancora forte per il settore delle costruzioni evidenziando in particolare la necessita` di intervenire rapidamente per semplificare le procedure, allentare i vincoli del Patto di stabilita` interno -che rende ancora piu` grave la crisi economico-finanziaria per le aziende del settore- e garantire il credito alle imprese.

Atti del Convegno:
Presentazione introduttiva
Le proposte degli imprenditori
Spunti per le conclusioni

Fonte: www.ance.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>