Questo articolo è stato letto 2 volte

Edilizia popolare e energia verde in Sardegna

edilizia-popolare-e-energia-verde-in-sardegna.gif

I limiti di reddito per l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare
La Giunta regionale ha adeguato i limiti di reddito per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

I nuovi limiti sono stati stabiliti sulla base delle variazioni dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertate dall’Istat a partire dal 2003, anno dell’ultimo adeguamento. L’incremento del costo della vita dal 2003 ad oggi è stato pari al 12,90%.

Il nuovo limite massimo di reddito per ottenere in assegnazione un alloggio di edilizia residenziale pubblica è pari a 12.944,00.

La Giunta, sulla base del dato Istat, ha aggiornato anche le classi di reddito procapite per l’attribuzione dei punteggi alle domande di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale. Il reddito cha attribuisce 1 punto passa da 2.079 euro a 2.347 euro. Il reddito che attribuisce punti 2 passa da 1.247 euro a 1.408 euro.
*****

Ulteriore proroga del termine per il bando regionale fotovoltaico 2007.
L’Assessorato dell’Industria, Servizio Energia, comunica che sono stati prorogati al 31 ottobre 2009 i termini per la conclusione dei lavori di realizzazione degli impianti da parte dei beneficiari del “Bando fotovoltaico 2007 e le piccole e medie imprese, le persone fisiche e altri soggetti giuridici privati diversi dalle imprese.

Le richieste formali ed informali di proroga di tale termine pervenute dalle imprese e dai soggetti privati, dovute sia a difficoltà incontrate nel rilascio delle necessarie autorizzazioni paesaggistiche, sia a ritardi nella fornitura dei pannelli fotovoltaici nonché a problemi nella connessione degli impianti alla rete elettrica, hanno reso opportuna una proroga del termine finale.

L’assessorato regionale dell’Industria ricorda che il bando prevede l’erogazione di contributi in conto capitale per l’installazione di impianti fotovoltaici, integrati nelle strutture edilizie, con una potenza nominale non inferiore a 1 kw e non superiore a 20 kw e che la proroga interessa oltre 2000 soggetti tra cittadini e aziende.

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>