Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia popolare in Toscana

edilizia-popolare-in-toscana.gif

Un esempio virtuoso e innovativo di insediamento urbano, attento all’equilibrio territoriale e alle esigenze delle famiglie e dei giovani: è questo il segno distintivo de “La porta di Uliveto”, il complesso edilizio inaugurato a Vicopisano, località Colmata.

Delle sue caratteristiche si è discusso nel corso di un convegno che si è svolto presso il centro servizi di Uliveto Terme e a cui ha partecipato il vicepresidente della giunta regionale.

Il complesso edilizio è composto da 50 alloggi di edilizia residenziale, di cui metà a carattere economico popolare, in particolare a favore di giovani coppie, da un centro servizi per attività commerciali ed uffici, completato da una viabilità di scorrimento con parcheggi pubblici e privati e da un percorso ciclabile che dal Parco termale collega Uliveto Terme a Caprona.

Secondo il vicepresidente della Regione il progetto della Porta di Uliveto ben si inserisce nelle linee dettate dal Piano di indirizzo territoriale regionale, sia sotto il profilo delle esigenze strutturali sia per la qualità progettuale e il rispetto degli equilibri paesaggistici.

Di particolare impatto funzionale ed ambientale anche le scelte per la viabilità. Infine il vicepresidente ha sottolineato la scelta compiute dal comune a favore dell’edilizia popolare, in particolare rivolta alle giovani coppie, che rappresenta una giusta risposta ad una forte esigenza espressa su tutto il territorio regionale.

Le politiche a favore delle famiglie diventano tanto più importanti nei momenti di profonda crisi strutturale come quella che stiamo attraversando.

Gli interventi a favore delle famiglie ( di cui fanno parte sostanziali investimenti a favore dell’edilizia pubblica) insieme agli interventi a favore degli ammortizzatori sociali, costituiscono una priorità nel Piano di programmazione economica e finanziaria per il 2009 recentemente adottato dalla Giunta regionale.

Fonte: www.regione.toscana.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico