Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia pubblica, risparmio di 56 milioni annui con la spending review

edilizia-pubblica-risparmio-di-56-milioni-annui-con-la-spending-review.gif

L’Agenzia del demanio ha predisposto un programma di razionalizzazione degli immobili pubblici e dei relativi affitti previsto dalla spending reviewche porterà ad un risparmio di 56 milioni annui.

In previsione già 17 diversi piani per 319 interventi fino al 2015.

Le operazioni già concluse nel 2011 – secondo il programma dell’Agenzia che l’ANSA è in grado di anticipare – hanno portato ad un risparmio in termini di locazione passiva pari a 13 milioni di euro, che cominceranno a maturare entro quest’anno.A questo si aggiunge un ulteriore risparmio, stimato in circa 43 milioni di euro l’anno, per il periodo 2012-2015, conseguibile anche attraverso una serie di interventi edilizi di rifunzionalizzazione di alcuni immobili“(riduzione degli spazi utilizzati pari a circa 46.000 metri quadrati ).

Ma al momento non è prevista una copertura economica per questi interventi per i quali si ritiene necessaria una somma di circa 130 milioni di euro.Il quadro degli interventi è vasto.

Con il ministero dell’Economia si punta a 34 milioni circa di risparmi attraverso:
– l’agenzia del Territorio (17 operazioni, 3,2 mln euro risparmi),
– l’Agenzia delle Dogane (11 interventi, 237.000 euro risparmi),
– l’Agenzia delle Entrate (51 interventi, 10,9 mln di risparmi),
– la Guardia di Finanza (41 interventi 6,6 mln risparmi),
– Monopoli e ministero economia (62 interventi, 13,4 mln risparmi).

Incisivo anche il piano predisposto con il ministero dell’Interno, nel quale 42 interventi sono previsti per Carabinieri, Polizia e Dia (con risparmi per 4,3 mln).

Azioni di risparmio anche per Vigili del Fuoco (1,1 mln, 6 interventi) e per le prefetture (6 interventi, 1,8 mln).Il programma di interventi tocca anche il ministero del lavoro (1,9 mln risparmio), quello dell’ambiente (2,6 mln), il consiglio di Stato (1,1 mln) e il ministero dell’Universita (6,2 mil).

A contribuire alla riduzione di spese per affitti saranno poi anche gli altri ministeri, da quello delle politiche agricole a quello della giustizia, fino alla presidenza del Consiglio dei Ministri.

Secondo i dati elaborati dall’Agenzia del Demanio sono 10.108 gli immobili ‘privati’ in affitto (pari a  11,3 milioni di metri quadrati) da parte di amministrazioni pubbliche per le quali pagano 1.215.000.000 euro l’anno.Gli immobili affittati sono numericamente vicini a quelli utilizzati dalle amministrazioni pubbliche ma di proprietà dello Stato: si tratta di 11.849 immobili, ma con una estensione di 58,8 milioni di metri quadrati.

Fonte: Ansa

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico