Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia residenziale pubblica, riforma dell’Aler in Lombardia

edilizia-residenziale-pubblica-riforma-dellaler-in-lombardia.jpg

Il sistema delle Aler lombarde verrà riformato. La Giunta accenderà il semaforo verde alla delibera, che prevede l’istituzione di un’unica agenzia centrale con sedi territoriali al posto delle 13 attualmente esistenti. Ne ha dato notizia il presidente della Regione Lombardia, parlando con i cronisti a margine della riunione del Consiglio regionale, che ha approvato una mozione bipartisan sulla riorganizzazione degli Enti che gestiscono le case popolari.

UN UNICO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE – Il cospicuo taglio delle poltrone dei Cda, da solo, “porterà a un risparmio di circa 3,5 milioni di euro all’anno”, ha fatto notare il governatore. Una razionalizzazione che però non penalizzerà il territorio. “L’agenzia unica – ha sottolineato il numero uno di Palazzo Lombardia – avrà comunque delle sedi distaccate, perché bisogna tener conto delle esigenze territoriali, ma con un governo regionale che abbia la visione di ciò che avviene in Regione”.

OBIETTIVO DELLA RIFORMA: MIGLIORARE IL SISTEMA – Oltre all’importante risultato di risparmiare sul costo dei 13 Cda, la riforma studiata dalla Giunta punta a un miglioramento complessivo del sistema di gestione degli oltre 150.000 immobili Aler al fine di liberare risorse da investire in housing sociale.

Fonte: Regione Lombardia

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico