Questo articolo è stato letto 3 volte

Edilizia scolastica: la diagnostica per il piano manutentivo

edilizia-scolastica-la-diagnostica-per-il-piano-manutentivo.jpg

I protocolli sviluppati da Tecnoindagini Srl garantiscono la sicurezza dell’edificio e dei suoi occupanti, forniscono la Memoria Storica e tutte le informazioni per la stesura di un Piano Manutentivo Preventivo.

Il fenomeno del degrado di solai e controsoffitti è tra i problemi più diffusi nelle scuole italiane: solo nei primi dieci mesi nel 2016, sono stati 34 i casi di sfondellamento in edifici scolastici.
Un problema conosciuto anche dal MIUR, che infatti nel 2016 ha erogato finanziamenti per l’esecuzione di indagini e verifiche su solai e controsoffitti. Un supporto per le amministrazioni che hanno così potuto iniziare un percorso di prevenzione negli edifici scolastici.
In tutta Italia, sono stati circa 7.000 i fabbricati indagati: in essi si è verificato il rischio sfondellamento, il sistema di ancoraggio dei controsoffitti e la stabilità dei solai.

 

 

Tecnoindagini Srl ha partecipato, con la sua esperienza e professionalità, al monitoraggio e alla verifica del rischio sfondellamento su quasi 3 milioni di mq di solai e alla certificazione della stabilità di quasi 500 solai.
Un’occasione per diffondere in modo ancora maggiore la cultura della prevenzione dei degradi strutturali e non strutturali del fabbricato e garantire la sicurezza in migliaia di scuole dislocate su tutto il territorio italiano.

Per Tecnoindagini Srl, infatti, è fondamentale dare un aiuto concreto ai tecnici delle amministrazioni nella gestione del patrimonio edilizio scolastico, attraverso la diagnostica per l’edilizia e la diffusione della cultura della prevenzione.
Grazie allo sviluppo di protocolli d’indagine, per verifiche strutturali, non strutturali e di prevenzione sismica, è possibile valutare lo stato di salute dell’edificio scolastico. Il metodo scientifico, la complementarietà delle analisi, le tecnologie all’avanguardia e il personale altamente qualificato di Tecnoindagini Srl sono alla base per interpretare i segnali presenti nell’edificio ed individuare i degradi, la loro estensione e le cause.

 


Sicurezza e memoria storica per la manutenzione
Garantire la sicurezza e fornire il quadro generale sullo stato di salute dell’edificio scolastico è l’obiettivo primario di ogni indagine. Attraverso analisi complementari e non invasive, si possono rilevare tutte le vulnerabilità, specificandone la localizzazione, l’estensione e il livello di degrado.
Le analisi, inoltre, rilevano nel dettaglio le caratteristiche costruttive: materiali utilizzati, dimensione e posizionamento. Informazioni che costituiscono la Memoria Storica dell’edificio, necessaria per migliorare la conoscenza della scuola.

La Sicurezza e la Memoria Storica sono, inoltre, le indicazioni necessarie per capire se, come e quando intervenire. Esse sono indispensabili per la stesura di un Piano Manutentivo Preventivo, consentendo di definire le priorità e le modalità di intervento più idonee per la messa in sicurezza. Solo conoscendo le cause all’origine del degrado, infatti, si può intervenire con un sistema risolutivo alla radice, in modo che il problema non si verifichi nuovamente.

Tecnoindagini Srl fornisce una relazione dettagliata e completa contenente tutte le informazioni acquisite durante le verifiche. In essa sono racchiuse le indicazioni opportune per la pianificazione della manutenzione: quali interventi sono necessari, quando è necessario intervenire secondo le priorità e suggerisce, infine, le possibili modalità di intervento.


Per maggiori informazioni su Tecnoindagini clicca qui

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>