Questo articolo è stato letto 1 volte

Edilizia scolastica: ufficializzati i finanziamenti Bei per 940 milioni

edilizia-scolastica-ufficializzati-i-finanziamenti-bei-per-940-milioni.jpg

Siglato alla fine della scorsa settimana il Protocollo d’intesa fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il MIUR e la Banca Europea per gli Investimenti (Bei) finalizzato al finanziamento di un importante stralcio della complessiva strategia del governo per l’edilizia scolastica che vede impegnati anche il Ministero delle infrastrutture e la specifica struttura di missione della Presidenza del Consiglio.

Il Protocollo impegna il Governo italiano a portare avanti gli interventi in materia di edilizia scolastica finanziati con fondi Bei, fornendo un periodico monitoraggio. La Banca Europea per gli Investimenti conferma la propria disponibilità a finanziare gli interventi del Piano fino ad un massimo di 940 milioni di euro, di cui 450 già firmati.

Per comprendere l’antefatto della firma leggi anche l’articolo Edilizia scolastica: mutui BEI ancora congelati, cosa accadrà?

Le risorse saranno erogate a Comuni, Province e Città Metropolitane sulla base di graduatorie di priorità predisposte dalle Regioni. Gli oneri di ammortamento saranno a carico dello Stato e, grazie a nuove modalità di erogazione, i beneficiari potranno utilizzare le risorse senza impatti sul proprio patto di stabilità interno.

Vai alla Pagina speciale in materia di Edilizia scolastica.

Questo tipo di intervento si collega concretamente con la riforma dell’organizzazione didattica predisposta dalla “Buona Scuola” (il grande piano nazionale predisposto dal Governo) in modo da creare le condizioni affinché insegnanti e studenti possano lavorare al meglio nei percorsi formativi. L’impegno della Bei intende fornire un contributo decisivo per centrare l’obiettivo.

“La strategia del Governo, che fa perno sull’azione coordinata dei Ministri Giannini e Delrio – afferma il Sottosegretario Claudio De Vincenti – vuole determinare un salto di qualità delle strutture a disposizione dei giovani e della loro formazione”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>