Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia scolastica, Umbria: continua il piano di messa in sicurezza

edilizia-scolastica-umbria-continua-il-piano-di-messa-in-sicurezza.jpg

Il Decreto del Fare continua a produrre i suoi effetti “pragmatici”: infatti, al fine di finanziare il Programma straordinario in materia di edilizia scolastica, la Regione Umbria ha avuto la possibilità di aggiungere ai 5 milioni di euro da lei stessa impegnati, ben 2,5 milioni per il sovvenzionamento di progetti di riqualificazione e messa in sicurezza degli istituti scolastici, così come previsto proprio dalla legge 98/2013 (appunto il Decreto del Fare, entrato in vigore ormai un mese fa).

Consulta lo Speciale Decreto del fare, le semplificazioni in edilizia su Ediltecnico.it.

Le proposte per i progetti di riqualificazione, fornite da parte dei Comuni richiedenti proprio in questi giorni, saranno valutate, in tempi brevi, dai tecnici regionali per stabilirne l’ammissibilità e ottemperare così a quanto richiesto dal decretofino ad ora risultano pervenute 26 domande di cui 4 sono riconferme della programmazione “POR/FESR”. Indicativamente i progetti prevedono una spesa complessiva che supera i 5 milioni di euro.

“La somma assegnata alla Regione Umbria quale quota di riparto delle risorse stanziate a livello nazionale per attuare misure urgenti in materia di riqualificazione e di messa in sicurezza delle istituzioni scolastiche statali – afferma l’Assessore regionale all’edilizia scolastica, Carla Casciari soffermandosi sulla ripartizione delle cifre distribuite – si somma ai circa 4 milioni di euro stanziati dalla Regione nell’ambito del programma straordinario POR/FESR e relativo al miglioramento degli edifici e all’adeguamento sismico“.

Non va inoltre dimenticato che nell’ambito di un bando pubblicato lo scorso luglio, la Regione Umbria ha messo a disposizione dei Comuni con popolazione non superiore a 10mila abitanti 5 milioni di euro per interventi di valorizzazione e recupero delle infrastrutture e del patrimonio pubblico: di questi, 1 milione  è stato destinato per interventi sugli edifici scolastici pubblici dando priorità a quelli rivolti alla riduzione della vulnerabilità sismica, all’abbattimento delle barriere architettoniche e al miglioramento dell’efficienza energetica.

Per approfondire leggi l’articolo Umbria: a che punto è la messa in sicurezza degli edifici scolastici?

Ben 15 sono gli interventi finanziati e già avviati nell’ambito del Piano annuale attuativo di intervento del settore edilizia scolastica: “La promozione della qualità e della sicurezza degli edifici scolastici – hanno affermato all’unisono gli Assessori umbri Casciari e Vinti –  è da sempre tra gli obiettivi prioritari della Regione che nel bilancio regionale ha triplicato, rispetto agli altri anni, lo stanziamento per la messa in sicurezza nelle scuole”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>