Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia sostenibile: intesa Trento-Bolzano

edilizia-sostenibile-intesa-trento-bolzano.gif

Sui temi strategici dell’edilizia sostenibile, della produzione energetica da fonti rinnovabili e della mobilità sostenibile le Province autonome di Trento e Bolzano uniscono le forze.

Il relativo protocollo d’intesa è stato siglato ieri a margine dell’incontro dei Consigli provinciali, a Trento, dai presidenti Lorenzo Dellai e Luis Durnwalder. Presenti anche Andrea Zeppa, direttore del Dipartimento dell’innovazione della Provincia autonoma di Bolzano, e Diego Loner, responsabile del Progetto per la promozione dei distretti tecnologici della Provincia autonoma di Trento, l’amministratore delegato di Habitech Gianni Lazzari, il direttore di CasaClima Norbert Lantschner, oltre ai dirigenti e ai tecnici delle province.

Obiettivo dell’intesa è favorire la collaborazione tra la Provincia autonoma di Trento e la Provincia autonoma di Bolzano per condividere:
– le esperienze in materia di certificazione energetica e sostenibilità, allo scopo di armonizzare i rispettivi sistemi di certificazione ed approfondire lo studio di uno standard comune in particolare con la convergenza tra il sistema Leed home e Casa Clima;
– progetti e modalità operative nell’ambito dell’efficienza energetica sia per gli edifici pubblici che privati;
– le rispettive esperienze maturate nel settore della mobilità sostenibile, individuando anche progetti e criteri comuni di valutazione;
– le rispettive esperienze nello sviluppo e messa in produzione di energie rinnovabili, di modelli di generazione distribuita;
Obiettivo implicito in tutte queste azioni è individuare momenti ed occasioni di collaborazione tra i due sistemi produttivi e tra i rispettivi enti di ricerca.

Il passaggio di oggi ha ovviamente una forte valenza strategica per entrambi i territori, i quali condividono una visione dell’edilizia quale motore fondamentale dell’economia, considerato che gli investimenti in questo settore hanno effetti positivi sull’intero sistema.

L’edilizia ha inoltre ricadute importanti sul versante della ricerca e dell’innovazione, specie nel campo delle tecnologie sostenibili e a basso impatto ambientale. Forti di questa consapevolezza, Trento e Bolzano promuoveranno fra l’altro l’estensione alla Provincia autonoma di Bolzano del Protocollo d’intesa sottoscritto il 23 febbraio 2006 tra la Provincia autonoma di Trento ed il Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, individuando un modello di governance comune che permetta di favorire la collaborazione tra le rispettive Università ed enti di ricerca nonché la messa in rete delle rispettive imprese e filiere.

Le province di Trento e Bolzano possono dar vita ad un grande distretto negli ambiti dell’edilizia sostenibile, dell’energia e dell’ambiente – le parole del presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai -. Un distretto sia competitivo a livello internazionale e che sia in grado di gestire e fruttare al massimo le opportunità concesseci dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica.

La collaborazione e l’unione di esperienze della filiera dell’edilizia sostenibile altoatesina e quella del distretto tecnologico trentino – conclude Dellai – mi auguro possa caratteriozzare ancor più il Trentino e l’Alto Adige /Suedtirol come una delle regioni europee a maggiore vocazione di sostenibilità”.

Soddisfazione per il matrimonio tra il sistema Leed Home e Casa Clima ha manifestato anche il presidente altoatesino Luis Durnwalder: “I nostri territori si caratterizzano da sempre per l’attenzione e la sensibilità sui temi del risparmio energetico e delle fonti alternative. Oggi si compie solo un ulteriore atto a conferma che nell’arco alpino le nostre province possono e devono lavorare sinergicamente per obiettivi comuni e condivisi.”

Oltre alla convergenza del sistema Leed House e Casa Clima, molti sono i punti presenti nel protocollo d’intesa firmato.
Le due Province, infatti, si impegnano a coinvolgere, per quanto di competenza, l’altoatesina Agenzia Casa Clima, il Distretto Tecnologico trentino Scarl e Green Building Council Italia per realizzare un percorso comune che, valorizzando le identità e le specificità territoriali, porti ad una convergenza tecnica, scientifica ed operativa con un linguaggio riconosciuto a livello internazionale.

A questo proposito, verrà ricercato uno standard comune nelle due Province autonome per la valutazione dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale, che si basi sulle esperienze legate alla realizzazione di edifici a basso consumo energetico e ad elevata sostenibilità ambientale, maturate in questi anni.

In questo quadro, la Provincia autonoma di Trento valuterà l’utilizzo anche della metodologia Casa-Clima per la certificazione energetica degli edifici , eventualmente attraverso la costituzione di Casa-Clima Trento; allo stesso modo, la Provincia autonoma di Bolzano valuterà l’utilizzo del sistema di valutazione Leed, come sistema volontario di valutazione della sostenibilità degli edifici.

Fonte: www.provincia.tn.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>