Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia e opere pubbliche a Bolzano

ediliziae-opere-pubblichea-bolzano.gif

Opere pubbliche per un totale di circa 96 milioni di euro
Scuole, musei, centri riabilitativi, una casa di accoglienza per un Parco naturale, l’”info point” per la BBT, edifici da adibire ad uffici, alloggi per militari ed una conduttura per le acque termali, questi alcuni dei progetti più significativi che compongono il programma di edilizia provinciale per un totale complessivo di circa 96 milioni di euro.

Circa 53 di questi 96 milioni di euro si riferiscono ad investimenti per strutture in fase di realizzazione. In particolare per quanto riguarda il settore dell’edilizia scolastica sono in fase di realizzazione laboratori per la facoltà di design della Libera Università di Bolzano, il risanamento del centro scolastico di lingua italiana di Brunico e l’ampliamento della scuola di formazione professionale “Gutenberg” di Bolzano.

Proseguono inoltre i lavori per la realizzazione delle infrastrutture pubbliche nel quartiere “Rosenbach” di Bolzano dove saranno creati un centro culturale, una casa dello studente ed un asilo nido. La lista comprende inoltre il proseguimento dei lavori per il Centro della Protezione civile di Bressanone e la costruzione del parcheggio per Castel Trauttmansdorff a Merano.

Quest’anno inizieranno inoltre i lavori per l’ampliamento del centro scolastico in via Karl-Wolf a Merano e per la ristrutturazione della scuola professioanle “Hellenstainer “di Bressanone.

Sarà inoltre ristrutturata la ex sede della Camera di Commercio di Bolzano nella quale troveranno sistemazione uffici provinciali e la nuova sede per i dipendenti provinciali. Il programma di edilizia provinciale comprende inoltre la trasformazione della “Villa Delueg” sul Renon in un centro terapico.

Con fondi dell’edilizia provinciale sarà inoltre realizzato il risanamento della chiesa dei Domenicani a Bolzano e sarà adeguato alle normative di Schengen l’aeroporto di Bolzano. Il programma comprende inoltre la ristrutturazione del Castello di Brunico dove sarà ospitata una nuova sede del “Messner Mountain Museum”.

Sono inoltre in fase di progettazione l’edificio da adibire alla formazione del settore sanitario a Bolzano, il centro scientifico e tecnologico nell’ex Alumix ed il Centro bibliotecario del capoluogo.

Nel corso del 2009 il Dipartimento opere pubbliche della Provincia porrà ulteriormente l’accento sulla progettazione interna in quanto, come sottolinea l’assessore competente, Florian Mussner, “Da un lato dobbiamo rispettare il Patto di stabilità stipulato con il Governo dall’altro vogliamo consentire alle nostre maestranze di maturare un’adeguata esperienza nel campo della progettazione”.
*****

Alcune delibere approvate nella seduta della Giunta provinciale del 22 giugno 2009

Legge sugli espropri
È stata approvata la Legge sugli espropri nella quale sono state introdotte alcune novità. In primo luogo sarà pagato il prezzo effettivo dei terreni espropriati anche nel caso di interesse pubblico. Quando in futuro la Provincia effettuerà  degli espropri pagherà quindi l’effettivo valore di mercato per i terreni, meno il 10% nel caso in cui l’esproprio riguardi il terreno nella sua totalità.

La Legge prevede inoltre una diminuzione del 25% rispetto al prezzo di mercato nel caso di esproprio di zone produttive o residenziali. Nel caso di realizzazione di impianti tecnici (impianti da scio o ripetitori) l’esproprio dovrà avvenire allo stesso valore di una zona produttiva. Nella Legge è stata inserita anche la possibilità di ridurre il canone d’affitto alle Acciaierie di Bolzano dal 4 al 2%.

Invariato il costo di costruzione in provincia di Bolzano
Per la prima volta da vent’anni il costo di costruzione nell’ultimo semestre non è aumentato, anzi è calato dello 0,8%. La Giunta ha comunque deciso di lasciare invariati i costi di costruzione rispettivamente a 330 € al mc ed a 1320 € al mq.

Stanziati i finanziamenti per la costruzione di 20 case in legno in Abruzzo
Sono stati stanziati oggi 610.000 euro che si aggiungono ai 500.000 € già messi a disposizione per una gara d’appalto per la costruzione Abruzzo di 20 case in legno per la popolazione colpita dal terremoto. I lavori di preparazione per la costruzione delle case, gli allacciamenti ed i basamenti per le case saranno realizzati in economia dalla Ripartizione provinciale Lavori pubblici della Provincia.

Fonte: www.provincia.bz.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>