Questo articolo è stato letto 1 volte

Emilia Romagna: ecco i fondi per interventi contro il dissesto idrogeologico

emilia-romagna-ecco-i-fondi-per-interventi-contro-il-dissesto-idrogeologico.jpg

Emilia Romagna: sono giunti i primi fondi per il Piano regionale di messa in sicurezza del territorio (provenienti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha approvato un programma nazionale di opere pubbliche che vale 50 milioni). Ammonta a 5,4 milioni la “tranche” appena giunta al fine di realizzare interventi urgenti contro il dissesto idrogeologico: si tratta, ha spiegato il presidente della Regione Stefano Bonaccini, di risorse che “si aggiungono ai 19 già destinati ad interventi urgenti per le emergenze e serviranno a realizzare progetti definitivi”.

“A breve – ha proseguito Bonaccini – firmerò l’intesa con il ministro dell’Ambiente Galletti per le nuove risorse del Piano nazionale sul dissesto”.

“Si tratta di un primo, importante passo nella road map contro il dissesto idrogeologico che abbiamo definito con i ministeri – ha evidenziato l’assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo -, questi fondi costituiscono un’anticipazione del piano complessivo di messa in sicurezza del nostro territorio, più volte colpito da ondate di maltempo eccezionali, e permettono di realizzare quattro interventi urgenti nelle province di Parma e Forlì-Cesena”.

“Si tratta di risorse consistenti – ha concluso l’assessore – perché quasi il 10% della cifra stanziata a livello nazionale è stata destinata alla nostra regione, ma è solo il primo tassello”.

Per approfiondire in maniera tecnica il tema Maggioli Editore consiglia il volume Dissesto idrogeologico e stabilità dei versanti: il libro, scritto dall’Ingegner Piergiuseppe Froldi, analizza le caratteristiche fisico-meccaniche e statico-dinamiche delle frane attive, quiescenti o potenziali per prevederne, dal punto di vista ingegneristico, la stabilità, la possibile evoluzione nel tempo e nello spazio e progettarne gli interventi di stabilizzazione a mezzo delle palificate di consolidamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>