Questo articolo è stato letto 2 volte

Emilia Romagna: osservatorio per il dissesto idrogeologico

emilia-romagna-osservatorio-per-il-dissesto-idrogeologico.gif

Firmato a Forlì il 30 marzo 2010 un protocollo d’intesa che formalizza la collaborazione tra Hera e la Regione Emilia-Romagna. Il responsabile del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione, Raffaele Pignone, e Franco Sami, direttore del Settore ciclo idrico e distribuzione gas del Gruppo Hera, hanno siglato un accordo per lo scambio di dati territoriali e tematici di comune interesse.

Sicurezza e affidabilità sono due priorità del Gruppo Hera che gestisce la sua rete attraverso la sala di telecontrollo di Forlì.

Si tratta di uno dei più grandi centri europei con 100mila punti telecontrollati su oltre 60mila chilometri di reti acqua, gas e teleriscaldamento nelle sei province servite dal Gruppo.

L’obiettivo dell’accordo è quello di aumentare ulteriormente la sicurezza e l’affidabilità dei servizi gestiti da Hera, mettendo in comune l’uso di banche dati e di tecnologie all’avanguardia, strumenti indispensabili sia nell’ambito del telecontrollo delle reti sia per l’analisi delle aree esposte a rischio sismico o idrogeologico.

L’intesa prevede la costante condivisione di informazioni relative al funzionamento delle infrastrutture e lo stato dei terreni che le ospitano, per individuare le situazioni di potenziale rischio.

In particolare, Hera e la Regione si impegnano ad aggiornarsi reciprocamente sull’esito degli studi e dei progetti relativi a temi di comune interesse quali:
-valutazione di pericolosità del territorio da frana e subsidenza;
-ottimizzazione della gestione e della tutela delle captazioni di acque sotterranee e sorgenti;
-caratterizzazione idrogeologica del sottuolo.
“Osservati speciali” saranno i versanti appenninici, monitorati attraverso tecnologie satellitari che permettono di misurare le deformazioni della superficie terrestre.

Fonte: www.regione.emilia-romagna.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>