Questo articolo è stato letto 0 volte

Emilia Romagna: 1,5 miliardi di euro contro la crisi

emilia-romagna15-miliardi-di-eurocontro-la-crisi.jpg

Un miliardo e mezzo di euro per dare una risposta forte alla crisi. Affiancando agli interventi a sostegno dei lavoratori, investimenti strategici per rafforzare la competitività del sistema Emilia-Romagna.

Già approvato dall’Assemblea legislativa, come strumento in cui far confluire, su una serie di obiettivi strategici concordati con i territori, ingenti risorse straordinarie europee (Fesr e Fse), nazionali (Fas) e regionali il Dup, ovvero il Documento unico di programmazione, è diventato ora lo strumento principale con cui la Regione Emilia-Romagna si prepara ad affrontare la recessione.

Il Dup, considerando anche le risorse di Enti locali e privati potrà contare da qui al 2013 su circa 3 miliardi di euro e si tradurrà operativamente in 9 Intese provinciali che saranno firmate entro la primavera.

Per ogni singola realtà provinciale si può stimare un impegno finanziario pubblico (al netto delle risorse locali) compreso tra i 100 e i 150 milioni di euro in 7 anni.

Cosa prevede il Documento unico di programmazione
Ci sono 130 milioni di euro per fare una "cura del ferro" all’Emilia-Romagna. Ovvero per ammodernare la rete ferroviaria regionale, collegarla meglio alle grandi rete di comunicazione quali l’Alta velocità, acquistare nuove carrozze ferroviarie. 

Altri 110 milioni per costruire la rete emiliano-romagnola dei tecnopoli e dare impulso alla ricerca industriale; 27 milioni per costruire un´altra rete strategica, quella dei poli provinciali per la formazione tecnica.

E ancora 50 milioni di euro destinati a sostenere progetti innovativi delle imprese, anche  in campo energetico ambientale;  16 milioni per  il  risparmio idrico, 40 milioni per la realizzazione di aree industriali ecologicamente attrezzate, 73 milioni per  sostenere progetti di riqualificazione urbana nelle città dell’Emilia-Romagna.

Sono solo alcuni degli interventi e dei relativi finanziamenti regionali,  che – nell’ambito dei dieci obiettivi in cui è articolato il Dup – partiranno nei prossimi mesi e che, in alcuni casi, sono già partiti.

Dei  dieci obiettivi del Dup otto sono trasversali e vanno dall’economia della conoscenza all’ambiente, dalla mobilità sostenibile, alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale, dal sistema produttivo al welfare.
Due invece sono “territoriali ” e guardano alle aree  regionali con specifiche vocazioni,  a quelle ex obiettivo 2 e alle città.

Fonte: www.regione.emilia-romagna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico