Questo articolo è stato letto 0 volte

Energia e riqualificazione urbana in Lombardia

energia-e-riqualificazione-urbana-in-lombardia.jpg

Intesa sulle fonti rinnovabili
E’ questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa firmato in Regione dall’assessore alle Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo sostenibile, Massimo Buscemi, con i presidenti di Assoelettrica (l’associazione delle imprese elettriche), Enzo Gatta, e di Aper (l’associazione dei produttori di energia da fonti rinnovabili), Roberto Longo.

Oltre all’esame delle problematiche connesse alla produzione di energia da questo tipo di fonti, l’accordo sancisce una “alleanza” per studiare le soluzioni migliori in merito all’utilizzo delle derivazioni d’acqua e sollecita la promozione di accordi territoriali con gli enti locali per la diffusione e il potenziamento, a livello regionale, degli impianti idroelettrici, eolici, fotovoltaici e di produzione di energia da biomasse.

“Il settore delle fonti rinnovabili – ha commentato l’assessore Buscemi – è considerato un elemento di stimolo e di rilancio dello sviluppo economico, essendo uno dei settori industriali che ha la fiducia del mercato grazie alla sua solidità e alle future prospettive di crescita ed è in grado – ha aggiunto – di attrarre investimenti sul territorio con importanti ricadute sociali a livello locale”.

Il protocollo d’intesa avrà validità fino al 2020.
*****

2 giorni di visite nel cantiere del Pirellone bis
A Milano procedono i lavori per la costruzione di “Altra Sede”, il grattacielo alto 160 metri firmato da Pei Cobb Freed Partners, destinato ad accogliere gli uffici della Regione Lombardia su una superficie pari a 33.700 metri quadrati compresa tra via Pola e via Melchiorre Gioia.
 
Nelle giornate del 23 e 24 maggio prossimi il cantiere del complesso architettonico di forma sinusoidale – al centro del quale sorgeranno due torri in ferro e vetro, avvolte l’un l’altra a comporre un solo volume distribuito su 32 piani – accoglierà un tour guidato riservato a 400 professionisti, tra progettisti e tecnici delle costruzioni.
 
Il cantiere rappresenta uno progetti chiave nel piano di riqualificazione del polo cittadino di Garibaldi-Repubblica, dove sorgeranno anche il nuovo palazzo comunale, la città della Moda firmata da Cesar Pelli ed il parco da 100mila metri quadrati “Giardini di Porta Nuova” progettato dall’olandese Mathias Lehner.
 
Innovazione, tecnologia, qualità progettuale e rapidità di esecuzione fanno del complesso di “Altra Sede” un modello di riferimento a livello internazionale. A promuovere la visita guidata è la società di capitali interamente partecipata da Regione Lombardia “Infrastrutture Lombarde Spa”, nata nel 2003 al fine di gestire l’attuazione di nuovi progetti infrastrutturali e di valorizzare il patrimonio regionale.
 
Tra le soluzioni più avanzate inserite nell’edificio figurano la facciata in doppia pelle vetrata – munita di pannelli fotovoltaici e progettata per garantire l’isolamento termico e il controllo dell’irraggiamento solare estivo dell’edificio –  ed il sistema a “travi fredde” con utilizzo di pompe di calore ad acqua di falda, ideato per il riscaldamento e il raffreddamento della struttura.

Peculiare anche l’organizzazione delle molteplici funzioni della struttura. Alla base del complesso un quartetto di volumi da nove piani l’uno, ospiterà funzioni culturali, di intrattenimento e di servizio quali un centro espositivo, un auditorium, un ufficio postale, una banca, una scuola materna e vari spazi di socializzazione, oltre a bar, caffetterie e ristoranti.

La torre sarà invece sede degli uffici politico-amministrativi, di rappresentanza, del protocollo regionale, la presidenza ed uno “Spazio Regione”, all’interno del quale promuovere le iniziative e i servizi della Lombardia. Carattere pubblico per gli ultimi livelli del grattacielo, dove avranno sede un ristorante – belvedere e una terrazza giardino.
 
L’accesso al cantiere è riservato ai professionisti registrati (per info www.cantierepilota.it.)

Fonte: www.regione.lombardia.it

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>